BUSTO-MARSIGLIA: 11-10
Les jeux sont faits! Sport Management in finale di Euro Cup

Con un terzo tempo da favola, i Mastini si aggiudicano anche il return match di semifinale contro Marsiglia, qualificandosi alla finalissima di Len Euro Cup (31 marzo/8 aprile) contro i campioni in carica del Budapest

GIOGARA

Mattia Brazzelli Lualdi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Mastini nella storia! Bissando il successo ottenuto nella gara d’andata per 9-11 in Costa Azzurra, la Sport Management completa l’opera nel return match di semifinale, superando a domicilio il CN Marsiglia.

Davanti al pubblico delle grandi occasioni, con gli spalti della piscina “Manara” gremiti e colorati da bandiere tricolori, i gialloblù di Gu Baldineti soffrono l’impeto degli avversari nella seconda frazione (dove i francesi rimettono momentaneamente in discussione il discorso qualificazione), ma riordinate le idee e passato il momento critico Gallo e compagni mettono a segno un break di sei reti consecutive (da 4-7 a 10-7) con cui Busto ipoteca di fatto il passaggio del turno, non prima di un ritorno d’orgoglio transalpino.

Finisce 11-10 (con doppietta di Pektovic, autore dell’ultimo gol, quello della liberazione) con la Sport Management che accede dunque con merito alla finalissima (in programma il 31 marzo e l’8 aprile) contro i campioni in carica del FTC Budapest, impostisi anche al ritorno nel derby magiaro contro i connaziona ungheresi del Miskolci.

Questa vittoria è da condividere col presidente, con la società, coi giocatori, coi tifosi: insomma con tutti quelli che lavorano con noi e che ci sono stati sempre vicino. E’ una finale storica – continua coach Baldineti – ci abbiamo messo anche del nostro per rendere questo traguardo più emozionante, ma nell’arco delle due partite abbiamo dimostrato di essere superiori, meritando la finale. Adesso però subito concentrati sul week-end: sabato ci aspetta la semifinale di Coppa Italia con Brescia”.  

PRIMO TEMPO
In una Piscina “Manara” gremita come nelle migliori occasioni, con tante bandiere tricolori sugli spalti (dove spicca la presenza, fra gli altri, dei campioni olimpici di Barcellona 1992 Porzio ed Averaimo, nonché di una delegazione di giocatrici della Uyba), la gara si apre nel segno di Figlioli che, dopo 1’50”, sblocca il risultato, portando in vantaggio i Mastini, prima che Vukicevic ristabilisca la parità su rigore. Pektovic dalla grande distanza riporta avanti i gialloblù, ma un’infrazione difensiva (con Lazovic che deve lasciare la porta incustodita) permette ai francesi di pareggiare i conti, ancora con Vukicevic, a segno a porta vuota. Di Somma firma il nuovo sorpasso bustocco, ma Durdic sfrutta la superiorità numerica (espulso Valentino) per rimettere tutto in equilibrio (3-3).

SECONDO TEMPO
Drasovic centra l’incrocio dei pali, Durdic risponde scuotendo il legno della porta bustocca, ma è Kovacevic a firmare il primo vantaggio transalpino del match (3-4). Un vantaggio che dura un amen perché Valentino rimette tutto in ordine. I marsigliesi del tecnico italiano Paolo Malara non mollano però  il colpo, rimettendo il naso avanti con Kremers-Taylor, difendendo alla grande e lasciando il segno con la doppietta di Durdic (4-7). Nel momento più difficile per i Mastini (2/9 il computo delle superiorità sfruttate da Gallo e compagni), il francese della Sport Management Blary trova la girata della provvidenza (5-7).

TERZO TEMPO
In avvio di terzo tempo Mirarchi prima e Luongo poi (7-7) riportano la qualificazione saldamente nel porto bustocco, con il presidente Sergio Tosi ad incitare e soffrire a bordo vasca, mentre Gallo in contropiede serve a Drasovic la palla del sorpasso (8-7). Il palo nega a Figlioli il colpo del possibile ko, ma i Mastini – perfetti in difesa – firmano ugualmente la quarta rete consecutiva nel parziale con Fondelli. 

QUARTO TEMPO
Con la qualificazione in mano, la Sport Management va ancora a segno con Baraldi, ma i francesi – letteralmente tramortiti dal devastante break (6-0) bustocco – provano comunque a salvare l’onore con Vukicevic e a rifarsi sotto con Bicari (10-9). Durdic manda sulla traversa il rigore del possibile pari, ma lo stesso giocatore si rifa, firmando il 10-10, prima che Petkovic, a 1’03’ dalla sirena, firmi il gol della liberazione e della qualificazione.

IL TABELLINO
Busto Arsizio-Marsiglia: 11-10
(3-3. 2-4. 4-0, 2-3)
BANCO BPM SPORT MANAGEMENT: Lazovic, Di Somma 1, Blary 1, Figlioli 1, Fondelli 1, Petkovic 2, Drasovic 1, Gallo, Mirarchi 1, Luongo 1, Baraldi 1, Valentino 1, Nicosia. Allenatore: Marco Baldineti.
CN MARSEILLE: Hovhannisyan, Hoepelman, Olivon, Bicari 1, Markovic, Vernoux, Kremers-Taylor 1, Djurdjic 3, Marion-Vernoux, Kovacevic 1, Vukicevic 3, Camarasa, Scepanovic. Allenatore: Paolo Malara.
ARBITRI: Perisic (Cro), Putnikovic (Srb)
NOTE – Spettatori 00 ca. Usciti per raggiunto limiti di falli: Valentino (BPM) e Marion-Vernoux (Mar), nel terzo tempo, Olivon (Mar), Kovacevic (Mar), Markovic (Mar) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Sport Management 4/17; Marsiglia 3/11 + 1 rigore realizzato e 1 rigore sbagliato.

PROGRAMMA E RISULTATI D’EURO CUP
Andata Semifinali (24/01)
CN Marsiglia-Sport Management: 9-11
FTC Budapest-Miskolci Vlc: 13-9
Ritorno Semifinali (28/02)
Miskolci Vlc-FTC Budapest: 8-13
Sport Management-CN Marsiglia: 11-10

Fotoservizio Sport Management-CN Marsiglia a cura di Giovanni Garavaglia 

Copyright @2018