Campionati di pallacanestro
L’Hydrotherm inizia col botto, i Knights vincono a tavolino

La Hydrotherm batte Iseo. Knights, vittoria a tavolino con Siena. Il Cso Borsano supera anche Caronno

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Hydrotherm batte Iseo
Solo 10’ per carburare e poi la Hydrotherm riprende da dove era rimasta settimana scorsa contro Saronno. Contro Iseo ottimo inizio di poule promozione per i bustocchi, che macinano un gioco di qualità e proseguono nella serie aperta di vittorie coincisa con il post emergenza-infortuni (a parte capitan Edo Azzimonti). E se questa volta Atsur fatica ad avere percentuali ottimali al tiro, le qualità del turco emergono nel saper leggere i momenti della partita e nel muovere la palla a favore dei compagni (10 punti, con 0/5 da 2 e 1/7 da 3, ma 9 falli subiti, 7/10 ai liberi, 5 rimbalzi e 7 assist per l’ex Orlandina), con possibilità concretizzate al meglio dal solito bomber Vai (17 punti, con 2/3 da 2, 4/10 da 3, 5 falli subiti e 4 rimbalzi). “Partita intensa e fisica – commenta coach Gianni Nava – dove entrambe le squadre ci hanno messo sostanza ed energia. Iseo è partito forte, ma noi siamo stati bravi a rimanere attaccati al match senza disunirci, anche se nel primo quarto eravamo bloccati nella fase offensiva. Poi siamo emersi, abbiamo preso un margine di 10 punti, che fondamentalmente abbiamo portato in fondo, toccando anche il +19. Gli ospiti sono stati bravi a rimanerci con la testa e sono arrivati a -6 con la tripla aperta del possibile -3, ma onestamente ho sempre sentito in mano l’inerzia della gara. Hanno giocato benissimo i nostri lunghi, che ha tenuto bene nelle due fasi. Bene anche gli esterni, con Vai a canestro nei momenti che contavano e Atsur magistrale a muovere la palla. Mi è piaciuto ancora l’impatto di Preatoni da 4 tattico e bravo anche De Vita, che deve imparare a gestire questi minuti perché può dare ancora di più”.
Hydrotherm Busto Arsizio-Iseo: 73-65 (12-13, 40-26, 58-45)
Hydrotherm: De Franco 4, Marotto 3, Sartori n.e., De Vita 4, Preatoni 7, Azzimonti n.e., Atsur 10, Tagliabue 7, Pariani 10, Vai 17, Ferrario, Arui 11. Coach Nava.
Iseo: Valenti 7, Ghitti, Baroni 10, Marelli 10, Furlanis 4, Dalovic 19, Franzoni 6, Tedoldi 2, Pelizzari n.e., Veronesi 2, Mori 5, Medeghini.

Serie A-2 – Knights, vittoria a tavolino con Siena
La telenovela-Siena termina nel modo sportivamente peggiore (e peraltro, purtroppo, annunciato). Ovvero la Mens Sana non si presenta al PalaBorsani e, con comunicato di solo qualche ora precedente, la federazione annulla la gara (che si concluderà con la vittoria a tavolino per 20-0 a favore dei legnanesi). Un epilogo brutto, che scatena le ire di un uomo solitamente molto pacato come il General Manager Maurizio Basilico, che nella giornata di domenica affida il pensiero della società ad un comunicato stampa al vetriolo. “L’annullamento della partita di oggi contro Siena per la rinuncia della squadra toscana è un fatto gravissimo in un campionato di vertice come quello di A2. Ci sentiamo danneggiati ai massimi livelli, perchè solo a 10 ore dalla partita abbiamo avuto la conferma dell’annullamento, che si poteva facilmente prevedere e gestire già da tempo da chi è preposto. Purtroppo è prevalsa la linea attendista e si è lasciato che si arrivasse ad una situazione che getta discredito su un movimento, che di tutto ha bisogno tranne che di questo. Chi ha pagato l’abbonamento? Chi aveva comprato il biglietto? Gli sponsor che pagano per avere un’esposizione durante tutta la stagione? I costi per l’organizzazione della partita (palazzetto, addetti, Croce Rossa, allestimento, ecc…) chi li rimborserà? A tutte queste persone chi darà una risposta e una spiegazione? Un danno per noi e anche per le nostre attività al di fuori del campo di gioco: infatti avremmo avuto ospiti per l’evento circa 100 invitati, di 20 nuove aziende potenziali sponsor, oltre che le società invitate con i settori giovanili. Sicuramente la tempistica del comunicato ufficiale dell’annullamento ha molto danneggiato noi e tutto il nostro movimento. Ci auguriamo che ora si trovino soluzioni e idee al passo con un campionato professionistico che porta con sè interessi di tantissime persone e un giro d’affari rilevante”.

Promozione – Il Cso Borsano batte anche Caronno
Il Cso Borsano batte Caronno (72-56) e prosegue la propria rincorsa per guadagnarsi la salvezza senza passare dai play-out. I ragazzi di coach Titti Maini hanno sempre condotto il match con un margine tra il +5 e il +10. Nel rocambolesco finale, sul +12, gli ospiti firmano un parziale di 6-0 per il 61-55 e poi, grazie ad un canestro di Ciccone, strappano il 63-60. Brignoli (10 punti), Delfi (12) e Gallo (12) provano allora a chiuderla, ma Caronno non molla e infila la tripla della speranza (71-68) e, sulla forzatura di Delfi, ha in mano il pallone del pareggio a 17”, che però va ad infrangersi sul ferro: lo 0/2 di Monguzzi dalla lunetta dà ancora qualche speranza (71-70 a 5” dalla sirena), però è lo stesso Delfi dalla linea della carità a chiudere il conto nonostante il tiro della disperazione sulla sirena. In classifica prosegue la marcia del trio TurbigoStella Azzurra CastanoCuoricino Cardano (30 punti), che stacca il GBA Lonate Ceppino (28) nettamente sconfitto proprio a Castano. Chiude la graduatoria, ancora a quota zero, il Motrix Cavaria, mentre Airoldi Origgio (10) insegue il Basket Caronno; Borsano (16) e Daverio (18) hanno ora nel mirino Castronno (20) per l’ultimo posto disponibile per uscire dai play-out.

Copyright @2019