Renault E-TECH
L’ibrido ispirato dalla Formula 1

Uno scambio di energie che ha dato vita a Renault Captur Hybrid e tanta innovazione, da scoprire da Renault Paglini

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

L’ibrido ispirato dalla Formula 1, con una parola magica: E-TECH. Si può scoprire da Renault Paglini questa importante carica di innovazione.

Il motorsport e il coinvolgimento di Renault nel mondo della Formula 1 sono stati cruciali per lo sviluppo delle motorizzazioni ibride E-TECH di Renault. I punti di contatto tra il motorsport e i veicoli di serie sono numerosi: recupero dell’energia, utilizzo e adozione di una trasmissione multimode innovativa con innesto a denti, una novità assoluta per i veicoli di serie. Ecco che potete già scoprirlo attraverso Renault Captur Hybrid Plug-In.

Interessante l’incontro, anzi i reciproci scambi tra Renault F1 Team e l’ingegneria Renault sulla gestione energetica fin dal 2013. Preparando l’introduzione dell’ibrido in Formula 1 nel 2014, diversi ingegneri, esperti di ibridazione e oggi responsabili dei modelli E-TECH di Renault, hanno lavorato sullo sviluppo del motore ibrido della Formula 1 nello stabilimento di Viry-Châtillon. Di qui conoscenza approfondita delle strategie di gestione energetica, che hanno successivamente sfruttato per sviluppare questi modelli.

È soprattutto grazie a questa trasmissione di conoscenze che le motorizzazioni E-TECH uniscono il piacere di guida a una grande efficienza a livello di recupero e utilizzo dell’energia.

Il risultato? Nei motori di Formula 1, proprio come in quelli E-TECH di serie, le leggi di gestione energetica sono concepite in modo da avvalersi del regime di rendimento ottimale del motore (potenza termica erogata rispetto al carburante consumato). Grazie a questo procedimento, ogni volta che l’energia creata supera il fabbisogno di potenza, la batteria si ricarica.

Allo stesso modo, come in F1, decelerando e frenando si può recuperare l’energia cinetica, trasformata in energia elettrica per rigenerare la batteria. Nei veicoli di serie, soprattutto quando circolano in autostrada, le leggi di gestione energetica avviano la ricarica della batteria imponendo al motore di funzionare al regime di rendimento ottimale. Le eccedenze di energia possono essere poi utilizzate per dare respiro al motore termico, in presenza di una forte sollecitazione del pedale dell’acceleratore o per garantire una guida in modalità full electric, quando si attraversa un centro urbano nel percorso previsto.

Una gestione preziosa dell’energia e un piacere di guida assicurato.

Copyright @2020