- InformazioneOnLine - http://www.informazioneonline.it -

L’inizio di una nuova era, nasce la Busto Sport Management Pallanuoto

È stato celebrato oggi, lunedì 8 luglio, un matrimonio sportivo che durerà nel tempo tra la pallanuoto e la città di Busto Arsizio. Una piazza che ha abbracciato la pallanuoto e che da oggi vede nascere una nuova realtà territoriale: quella della Busto Sport Management Pallanuoto, il frutto della fusione tra Sport Management Pallanuoto (A1 maschile) e Busto Pallanuoto Renault Paglini (C maschile). Le due società cittadine, già legate da tempo da stretti rapporti di collaborazione, diventeranno una cosa sola per una squadra di serie A1 fortemente radicata con il territorio. Una realtà che proverà anche a lanciare sul massimo palcoscenico sportivo i giovani del territorio e di tutte quelle società che sceglieranno di affiancare questo nuovo e importante progetto. Dalla prossima stagione a Busto Arsizio ci sarà una sola squadra per cui fare il tifo e che rappresenterà appieno i valori sportivi e agonistici propri di Sport Management e quelli territoriali della Busto Pallanuoto e dello sponsor Renault Paglini. Da una parte la pallanuoto d’altissimo livello, dall’altra il legame sempre più stretto con il territorio.

Il nuovo logo societario è un mastino, simbolo della Sport Management, con i colori bianco e rosso della città di Busto.

“Oggi è un momento storico – ha sottolineato il presidente di Sport Management, Sergio Tosi – si tratta di un percorso iniziato già l’anno scorso dove siamo riusciti a cambiare il nome alla parte sportiva di Sport Management, diventando a tutti gli effetti di Busto Arsizio. Abbiamo cambiato i colori che sono diventati biancorossi e ora quest’ultima tappa è la fusione del nostro ceppo veneto con quello di Busto Arsizio che oggi è rappresentato dal dottor Grillo. Un grande amico in tutti i sensi della nostra società e soprattutto è il consigliere speciale del presidente.

Vogliamo sancire questa fusione che faciliterà anche l’interscambio di atleti. Da quest’anno tutto il settore giovanile avrà un unico marchio, con questa fusione vogliamo sempre più radicarci sul territorio e contemporaneamente allargare la nostra academy. Cercare, insomma, di far crescere la pallanuoto a Busto Arsizio e anche nella zona. Il gruppo dell’anno scorso ha superato tutte le aspettative arrivando nelle otto squadre in Champions League, ma tutti questi grandi risultati ci hanno costretto a rinunciare a tanti giocatori che hanno scelto altre destinazioni. Ora ci rimboccheremo le maniche e porteremo altri giovani a Busto Arsizio sperando che possano ripetere i risultati dell’anno scorso. Con ogni probabilità saremo costretti a rinunciare alla Champions League, ma andremo avanti con il campionato e cercheremo di fare del nostro meglio”.

“Quello che stiamo annunciando oggi – ha proseguito il brand manager di Renault Paglini, Claudio Grillo – era già stato messo in gioco lo scorso anno, quando Sport Management decise di diventare Busto. Già all’epoca si era valutata l’idea di fare questa fusione tra Busto Pallanuoto e Sport Management, ma il presidente Sergio Tosi con senso di stile aveva detto: andiamo avanti con due squadre, per non apparire prevaricanti. Abbiamo affrontato un altro anno come Busto Pallanuoto, in una situazione un pochino difficile ma abbiamo fatto un bel campionato, in crescita, raggiungendo il terzo posto. A questo punto è tornata in gioco questa fusione che sembrava logico fare e abbiamo detto che quando ci si mischia, si scambiano anche i valori. Sport Management è una squadra fortemente agonistica che vuole ottenere grossi traguardi. D’altro canto, ecco una squadra e un’azienda come la nostra, radicata sul territorio: e proprio questo è l’obiettivo che abbiamo sempre avuto, valorizzare il territorio. E Sport Management è ben disposta verso questa nuova filosofia che permette di diventare un riferimento della pallanuoto locale: ci sono risorse importantissime, sotto l’aspetto tecnico soprattutto. Decidendo di fare questo, il traguardo che ci poniamo è avere un gruppo di otto giocatori che nascono dal territorio ai quali aggiungerne cinque di altissimo livello. In prima battuta abbiamo deciso di coinvolgere la Rari Nantes Legnano con il suo presidente Antonio Penati, mettendo a disposizione il nostro titolo di serie C e i giocatori che attualmente giocano in serie C, nonché eventuali prestiti alternativi che Sport Management può fare. Ma non sarà l’unica squadra con cui intrecceremo rapporti in questo percorso di crescita. Tutta questa operazione rientra nell’obiettivo che la nostra azienda si dà, la valorizzazione del territorio”.

La chiosa alla conferenza stampa è del sindaco Emanuele Antonelli. “Devo ringraziare Sport Management e Busto Pallanuoto se oggi questa città ha una squadra nella massima serie e ringrazio anche Renault Paglini che è un po’ lo sponsor della città. Questa fusione è importantissima e una cosa molto intelligente che porterà tanti benefici”.