Corsi post-diploma, open day venerdì 14
L’Its Incom apre le sue porte con i laboratori di orientamento

Il 14 febbraio i giovani appassionati di tecnologia sono invitati al primo Open Day per le attività formative 2020-2021. Tra le iniziative anche tre laboratori che aiuteranno i neodiplomati a fare la scelta migliore per il loro futuro

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Cosa fare dopo il diploma. Sarà un open day dal sapore speciale quello al quale parteciperanno gli studenti che dalle 14.30 di venerdì 14 febbraio saranno accolti presso la sede del Campus 3 di Reti, in via Fratelli Cairoli a Busto Arsizio. Oltre alla presentazione della Fondazione e dei 6 percorsi formativi che già da quest’anno riguardano le varie discipline dell’Information and Communication Technology, saranno proprio i laboratori i principali protagonisti dell’incontro. Un’occasione di orientamento unica, rivolta a tutti gli studenti che si diplomeranno la prossima estate e che sono già alle prese con una delle scelte più complicate: cosa fare dopo le scuole superiori?
È infatti oramai consolidato il ruolo che proprio gli ITS rappresentano come alternativa al più classico percorso universitario così come all’ingresso diretto nel mondo del lavoro. Si tratta di
realtà che nel corso degli ultimi anni hanno saputo conquistare credito ed attenzione da parte delle istituzioni e del tessuto imprenditoriale, proprio perché orientate ad una preparazione pratica, resa possibile da un corpo docenti che è composto in larga misura da professionisti e operatori del settore. Un modello che sono proprio le aziende le prime ad apprezzare, tanto che molte di loro risultano tra i soci fondatori o sostenitori e che da più parti viene indicato come quello più efficace per superare il gap cronico tra domanda e offerta di lavoro.

Un problema che in Italia è stato per lungo tempo sottostimato ed al quale le istituzioni hanno fatto fatica a trovare rimedio. Ecco perché, con percentuali di inserimento lavorativo che sfiorano a livello nazionale l’80% e punte che per quelli lombardi raggiungono anche il 95%, sono proprio gli ITS ad aver promosso un approccio didattico che prepara i ragazzi secondo le necessità di un mercato in rapida trasformazione e sempre più attento al digitale.
Ancora più significativi sono dunque i corsi della Fondazione: Sviluppo software, Progettazione e sicurezza delle Reti e Digital Marketing sono infatti le direttrici sulle quali si muovono i diversi percorsi, rispondendo in questo modo a una richiesta che nel corso dei prossimi 3 anni avrà necessità di trovare almeno 40 mila operatori qualificati da inserire nel solo ambito ICT.
Ai ragazzi verrà quindi data l’opportunità di seguire i LAB e ottenere un’anteprima delle materie che potranno approfondire durante il successivo biennio, per i corsi ITS, o singola annualità, per quelli IFTS.

Intelligenza artificiale e programmazione, processo creativo e strategia di marketing multichannel saranno i titoli dei 3 laboratori che verranno proposti per aiutare i ragazzi a capire se possano essere proprio questi corsi ad offrire le risposte alla loro ambizione professionale. Quello del 14 di febbraio sarà il primo dei tre open day previsti prima dell’inizio del nuovo anno scolastico.

Copyright @2020

NELLA STESSA CATEGORIA