DUE ISTITUZIONI CULTURALI FESTEGGIANO IL COMPLEANNO
Loghi celebrativi per la Biblioteca e le Civiche Raccolte d’Arte

Quest’anno si celebrano due anniversari importanti per le istituzioni culturali cittadine, i 70 anni della Biblioteca comunale intitolata al professor Gian Battista Roggia e i 30 anni delle Civiche Raccolte di Palazzo Cicogna

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Quest’anno ricorrono due importanti anniversari per il mondo culturale cittadino: le Civiche Raccolte d’Arte di Palazzo Marliani Cicogna compiono trent’anni, la Biblioteca comunale intitolata al professor Gian Battista Roggia taglia il traguardo dei 70. “Due compleanni speciali per Busto che verranno festeggiati con alcune manifestazioni nella prossima primavera – annuncia il vicesindaco e assessore alla Cultura, Manuela Maffioli – è in atto un ingente investimento sui luoghi della cultura, importanti presidi contro il degrado, tra i quali si annoverano il Museo del Tessile, Palazzo Cicogna e la Biblioteca comunale intitolata a Gian Battista Roggia. L’amministrazione ha commissionato due loghi celebrativi, realizzati dall’agenzia di comunicazione Julian, che accompagneranno il materiale promozionale relativo alle attività che si svolgeranno alle Civiche Raccolte e in Biblioteca nel 2020”.

La Biblioteca comunale, entrata ormai nella fase finale di un importante rivoluzione degli spazi interni, è stata istituita con una deliberazione risalente al 7 luglio 1950. “Nel Cinquecento a Busto esisteva già la biblioteca capitolare – racconta la direttrice Claudia Giussani – verso la fine dell’Ottocento a Busto nacque la cosiddetta biblioteca popolare, a cura di enti privati, fondata dal maestro delle scuole cittadine. Alla fine della Seconda Guerra Mondiale risalgono le prime testimonianze del professor Gian Battista Roggia che a Milano cominciava a pensare alla ricostruzione nel Dopoguerra attraverso la cultura. Nel 1949, il professor Roggia, con una lettera, invitava il comune a scendere in campo per fondare una biblioteca pubblica. Nel 1950 l’amministrazione comunale istituì la biblioteca la cui prima sede era in via Zappellini. L’inaugurazione ufficiale risale al 13 novembre del 1955”.

Margherita, figlia del prof. Roggia, che fu primo direttore della Biblioteca, è stata invitata alle celebrazioni per questo importante anniversario e ricorda: “A soli 10 anni aiutavo mio papà a trasportare in bici le borse piene di libri donate alla biblioteca”.

Trent’anni fa fu inaugurato anche il primo nucleo delle Civiche Raccolte d’Arte: “Dalle 56 opere iniziali – spiega la curatrice, Valeria Ferrè – siamo arrivati ad 836, grazie a donazioni di artisti, collezionisti e famiglie come Este Milani e Michele Crespi e le opere vincitrici dei premi di pittura Città di Busto Arsizio. Ad oggi sono state organizzate un centinaio di mostre”.

Copyright @2020

NELLA STESSA CATEGORIA