IL FONDATORE DI EOLO E IL DIRETTORE DELLA FONDAZIONE PIRELLI
Luca Spada e Antonio Calabrò entrano nel CdA della LIUC

La LIUC-Università Cattaneo consolida ulteriormente il proprio legame con il mondo delle imprese. Lo fa aprendo le porte del CdA a due figure prestigiose in ambito imprenditoriale

CASTELLANZA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La LIUC-Università Cattaneo consolida ulteriormente il proprio legame con il mondo delle imprese.

Lo fa aprendo le porte del CdA a due figure prestigiose in ambito imprenditoriale: Luca Spada e Antonio Calabrò.

Entrambi sono entrati a far parte, da martedì 7 luglio, del Consiglio di Amministrazione dell’ateneo di Castellanza (fondato nel 1991 dall’Unione degli Industriali della provincia di Varese)

Luca Spada è fondatore, amministratore delegato e presidente di Eolo, azienda leader nel settore delle telecomunicazioni e specializzata in connettività Internet, con sede a Busto Arsizio.

Un imprenditore profondamente radicato nel nostro territorio – precisa una nota stampa diffusa dalla LIUC -, attivo in un settore innovativo e già vicino all’Università anche in virtù della partnership che ha permesso di portare alla LIUC una connessione Internet in tecnologia ibrida fibra ottica e radio FWA”.

Antonio Calabrò è direttore della Fondazione Pirelli, vice presidente di Assolombarda e presidente di Museimpresa, membro dei board di numerose società e fondazioni (Nomisma, Touring Club, Unicredit Lombardia, etc.).

Da giornalista e saggista, ha ricoperto ruoli di prestigio nelle principali testate italiane ed è stato direttore editoriale del gruppo “Il Sole24Ore”.

“L’ingresso di due persone di così alto profilo nel nostro CDA – spiega il presidente della LIUC Riccardo Comerioconferma un progetto di sviluppo dell’ateneo che valorizza l’innovazione, l’apertura internazionale, le relazioni con le imprese e le associazioni. Sono certo che i nuovi consiglieri potranno portare un contributo concreto, dato dalla loro esperienza e dall’interesse verso la formazione delle nuove generazioni, alla realizzazione dei tanti progetti in cantiere per la nostra Università”.

Copyright @2020