Coppa Cev, ottavi di finale
Turchia amara, l’Uyba perde l’andata contro l’Eczacibasi

La Yamamay E-Work Busto Arsizio perde 3-1 la gara di andata degli ottavi di finale di Coppa Cev contro le forti turche dell’Eczacibasi Istanbul. Alle farfalle rimane un pizzico di amarezza ma anche la consapevolezza di potersela giocare al ritorno, tra quindici giorni, al Palayamamay

Alessio Murace

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Difficile ma non impossibile. La Yamamay E-Work Busto Arsizio perde 3-1 la gara di andata degli ottavi di finale di Coppa Cev contro le forti e favorite turche dell’Eczacibasi Istanbul. Alle farfalle, però, rimane la consapevolezza di essersela giocata alla pari per lunghi tratti del match e l’amarezza per non aver capitalizzato un primo set ben giocato e condotto fin oltre la metà.

Al ritorno, tra quindici giorni al PalaYamamay (giovedì 8 febbraio alle ore 20.30), davanti al pubblico di casa che si annuncia caldo e numeroso, sarà necessaria una rimonta difficile ma non impossibile. La Uyba deve necessariamente vincere senza tie-break per poi giocarsi la qualificazione ai quarti nel golden set di spareggio. Prima, però, ad attendere le farfalle ci saranno due partite di campionato non banali: il derby di sabato sera prossimo contro la Sab Legnano e il match in casa della capolista Conegliano (4 febbraio).

La partita

Primo set 29-27

Mencarelli si presenta con la formazione tipo al cospetto del colosso turco: Orro in diagonale di palleggio con Diouf, Bartsch e Gennari in banda, Berti e Stufi al centro, Spirito libero. L’avvio di gara è di marca bustocca, le farfalle approcciano bene il match, giocano con scioltezza e si portano in vantaggio 10-12 (time out Eczacibasi). Alla ripresa del gioco, le padrone di casa piazzano un parziale di 5-1, guidate da Boskovic, che ribalta la situazione in un amen (15-13, time-out Mencarelli). Due punti di vantaggio che le turche si portano fino al 24-22. Il “murone” di Botezat pareggia i conti (24-24), la Uyba ha pure due palle set che spreca prima di soccombere 29-27. Comunque, al “Voleybol Salonu” c’è una partita, ed è in perfetto equilibrio.

Secondo set 25-18

Si riparte da dove si era finito, con le squadre sempre a contatto e con una differenza minima di punti. Lo spartiacque del game è una palla contesa a rete che il primo arbitro del match, la greca Lemonia Moula, assegna alle turche quando sembrava fosse punto per le farfalle, e di Diouf in particolare. Da un possibile 17-16, si passa a un 18-15 che mette sotto pressione la Uyba. La brutta ricezione di Bartsch sul servizio di Kilicli spegne ogni velleità di rimonta. Chiude il tocco di “seconda” di Ognjenovic (25-18). La Uyba, in questo secondo parziale, è andata in difficoltà sulle bande, lasciando tutto il peso dell’attacco nelle mani di Diouf.

Terzo set 25-27

La squadra di casa vive sull’inerzia positiva del secondo set e vola subito 10-6 (time-out Mencarelli). Al contrario, la Uyba pare in una fase di sconforto dopo aver lottato punto a punto senza conquistare nulla di concreto (13-8, altro time-out per il coach bustocco). Le interruzioni di gioco spezzano il ritmo alle turche, Busto, dal canto suo, è bravissima a risollevarsi e a crederci. Le farfalle alzano nuovamente il livello di gioco e con una Diouf “on fire” arrivano al 17 pari e poi al sorpasso con la doppietta dell’opposto numero 13 (19-21). Si prosegue punto a punto e si va ai vantaggi come nel primo set. Questa volta a prevalere è la Uyba che chiude i conti con l’attacco in diagonale di Bartsch (25-27). A Istanbul c’è ancora una partita.

Quarto set 25-18

6-2, 11-6, 14-8: è la sestina che condanna la Yamamay E-Work Busto Arsizio alla sconfitta in terra di Turchia. Dopo aver tenuto “viva” la gara nel terzo set, la Uyba nel quarto parte subito sotto e non riesce più a risollevarsi. Il 21-14 di Larson e il successivo muro di Kilicli mettono la pietra tombale sul match di andata degli ottavi di finale di Coppa Cev. Chiude ancora Ognjenovic di “seconda” (25-18). 3-1 Eczacibasi e palla al centro. Al ritorno, tra quindici giorni al Palayamamay, alle farfalle servirà una vittoria per 3-0 o 3-1, per poi giocarsi tutto nel golden set di spareggio. Difficile ma non impossibile.

Le voci del post partita

Coach Mencarelli prova ad analizzare a caldo la partita: “Abbiamo giocato due set ottimi: uno per alcuni dettagli non siamo riusciti a conquistarlo, per due palle giocate in modo non disattento, ma non sufficiente; l’altro ce lo siamo presi con giocate rischiose, come si deve fare contro squadre di questo livello. Nel secondo e nel quarto abbiamo servito troppo molle, permettendo loro di avere grande continuità di cambio palla. Abbiamo difeso, ma eravamo scontati sulle rigiocate, commettendo anche qualche errore. Questo ha permesso loro di prendere vantaggi che poi per noi sono risultati incolmabili”.

Il tabellino

Eczacibasi Vitra Istanbul- Yamamay E-Work Busto Arsizio 3-1 (29-27, 25-18, 25-27, 25-18)

Eczacibasi Vitra Istanbul: Onal, Ismailoglu 5, Boskovic 21, Arici ne, Sebnem Akoz (L), Baladin 1, Adams 13, Kilicli 4, Larson 15, Dilik, Guveli ne, Yilmaz ne, Bagci ne, Ognjenovic 7. All. Motta, 2° Celik. Battute vincenti 6, errate 8. Muri: 7.

Yamamay E-Work Busto Arsizio: Piani ne, Stufi 1, Spirito (L), Gennari 5, Dall’Igna ne, Orro 4, Wilhite 1, Diouf 20, Bartsch 13, Berti 4, Negretti ne, Botezat 1, Chausheva. All. Mencarelli, 2° Musso. Battute vincenti 1, errate 5. Muri: 5.

Arbitri: Lemonia Moula (GRE) – Volodymyr Bosenko (UKR).

Spettatori: 850.

Durata set: 31′, 25′, 31′, 24′. Tot.: 111′.

Copyright @2018