Previste multe da 85 a 338 Euro
Mancato pagamento e applicazione delle sanzioni, protocollo d’intesa tra Ministero e Pedemontana

Finalità del Protocollo è l’avvio di una sperimentazione a carattere nazionale per l’attività istruttoria e sanzionatoria in caso di mancato pagamento del pedaggio autostradale

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Autostrada Pedemontana Lombarda ha sottoscritto un Protocollo d’Intesa con il Ministero dell’Interno (Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Compartimento della Polizia Stradale della Lombardia) finalizzato all’accertamento della “Violazione dell’obbligo di pagamento del pedaggio autostradale”.

Finalità del Protocollo è l’avvio di una sperimentazione a carattere nazionale per l’attività istruttoria e sanzionatoria in caso di mancato pagamento del pedaggio autostradale, che prevede l’accertamento della violazione sulle tratte gestite da Autostrada Pedemontana Lombarda (A36-A59-A60) e la successiva contestazione da parte della Polizia Stradale della sanzione amministrativa. La Pedemontana è la prima autostrada italiana a pedaggio dotata di sistema di esazione free flow “senza barriere”. Il pagamento del pedaggio di tutti i transiti effettuati nell’arco dello stesso giorno solare deve essere corrisposto entro i successivi 15 giorni e che, in caso di relativa omissione, è prevista l’applicazione della sanzione amministrativa di importo da 85 a 338 Euro, nonché la decurtazione di 2 punti dalla patente di guida dell’effettivo trasgressore.

 

Leggi anche: la Pedemontana si paga agli sportelli Bancomat

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA