IL CONSIGLIERE REGIONALE HA SCONFITTO IL CORONAVIRUS
Marco Colombo è guarito e torna a casa

Il consigliere regionale, già sindaco di Sesto Calende e commissario della Lega a Busto Arsizio, è stato dimesso dopo una settimana dall'ospedale di Circolo di Varese

VARESE

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

In mezzo a tante brutte notizie, ci sono anche storie positive: Marco Colombo ha sconfitto il coronavirus. Il consigliere regionale, già sindaco di Sesto Calende e commissario della Lega a Busto Arsizio, è stato dimesso dopo una settimana dall’ospedale di Circolo di Varese. “La Lombardia tornerà a essere il posto migliore in cui vivere”, ha scritto nel suo messaggio.

6-4 partita finita e nessuna rivincita.
Sarò poco galantuomo e sportivo, ma non gli do nessuna possibilità di rivincita a questo maledetto virus. Ho vinto io, punto! Dopo aver fatto la lastra ai polmoni e soprattutto il tampone con esito NEGATIVO, ho potuto lasciare l’ospedale. È stata dura sotto tutti gli aspetti: sanitario, psicologico, emotivo. Ho avuto dolori forti, ho sofferto, ho pregato. Non mi vergogno a dire che ho pianto, purtroppo non ho mai riso. Ma non mi sono mai arreso. Mai. Ho visto gente stare male, molto male. Ho visto persone intubate, con il casco d’ossigeno, ho sentito ambulanze che andavano e venivano. Ho visto anche medici che avevano gli occhi lucidi perché era appena morta una persona in reparto. Ho sempre creduto di uscire da questo posto e ho messo cuore, passione ed energia. La stessa energia che ci sta mettendo la Lombardia per vincere questa sfida. Stiamo perdendo tanti amici, tanti Lombardi. Stiamo perdendo soprattutto le persone più anziane, quelle che dal dopoguerra ad oggi hanno contribuito a rendere questa terra ricca di valori e forte nell’economia, tanto da farla diventare il motore d’Italia. Non permetterò a nessuno di dire che erano anziani e avevano altre patologie. Erano persone come noi, come me, erano esseri umani e a loro va la mia e la nostra gratitudine. Nel mio futuro da consigliere regionale farò del mio meglio per ricordarle tutte, così come farò di tutto per ringraziare, soprattutto con i fatti, il personale degli Ospedali e tutti i medici che hanno lavorato per me e per i pazienti ricoverati. A voi va il mio più grande grazie. Non dimenticherò neanche le Forze dell’Ordine, i volontari e le persone che dedicano la vita agli altri. A tutti voi amici che mi avete scritto, aiutato e sostenuto (siete stati tantissimi) va un caloroso abbraccio. Appena sarà tutto finito vi abbraccerò davvero, non solo virtualmente. E sarà bellissimo. Ricambierò con leale amicizia e cercherò di aiutarvi sempre, nella mia vita personale e professionale. Vi ringrazio ad uno ad uno, con il cuore. La Lombardia tornerà a essere il posto migliore per vivere e per avverare i propri desideri. Terra meravigliosa! La mia e la nostra Lombardia!

Copyright @2020