LA SEZIONE DI BUSTO RICORDA LA RICORRENZA
I marinai d’Italia festeggiano Santa Barbara

La celebrazione ufficiale domenica mattina al Parco Marinai d'Italia e nella chiesa parrocchiale dei Santi Apostoli. L'associazione Marinai d'Italia è presente a Busto da ottant'anni ed ha sede in via Caserta

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Fedeli alla tradizione, in onore della loro patrona, i marinai dell’ Anmi (Associazione Nazionale Marinai d’Italia) hanno festeggiato, nella giornata di domenica 3 dicembre, la ricorrenza di Santa Barbara, protettrice della Marina Militare dei vigili del fuoco e degli Artiglieri.

Tra i momenti cardine della festa, la messa celebrata domenica mattina, nella chiesa parrocchiale dei Santi Apostoli. Il presidente Attilio Martignoni ha ricordato che l’associazione è stata fondata a Busto ben ottant’anni fa ed ha sede in via Caserta: “La maggior parte dei marinai del nostro Paese provengono dal nord Italia e negli anni più recenti è stata proprio la Busto Nuoto a fornire più allievi alla Marina Militare. Per questo ci auguriamo un giorno di poter avere come ospiti, alle nostre manifestazioni, campioni come Gianluca Genoni e Umberto Pellizzari”.

In rappresentanza dell’amministrazione comunale è intervenuto il consigliere comunale della Lega Nord Alessandro Albani che ha svolto il servizio militare proprio in Marina e, indossando la fascia tricolore, ha ricordato “l’usanza del ramo di Barbara”, una tradizione natalizia ancora viva in molte famiglie: “In questi giorni si tagliano i rami di ciliegio e si mettono in un vaso pieno d’acqua. Dopo 21 giorni, a Natale, fioriscono. Con i loro fiori simboleggiano la luce e l’attesa della primavera”.

Presente anche la senatrice Laura Bignami e l’assessore all’istruzione e allo sport, Gigi Farioli, molto legato a questo evento: “Pur non essendoci il mare, a  Busto abbiamo una delle associazioni di marinai più grandi in Italia. E anche questo è un segno, è una ricchezza della nostra città”. Le celebrazioni si sono aperte con la visita alle tombe di Emilio Parona e dell’ex presidente Mario Morlacchi. La celebrazione è proseguita al Parco Marinai d’Italia con la cerimonia dell’alzabandiera e l’esecuzione dell’Inno di Mameli. Il prossimo appuntamento sarà in occasione della Vigilia, con la messa celebrata nella sede dell’associazione.

Copyright @2017