Riunione pugilistica sotto le stelle di Busto
Master Boxe e Memorial Bisterzo, connubio consolidato e vincente / Le foto

“Busto Arsizio ombelico del mondo anche nel pugilato”. A dirlo è stato, dal ring di piazza Santa Maria, l’assessore allo sport Gigi Farioli, elogiando gli organizzatori del tradizionale Memorial Bruno Bisterzo

GIOGARA

Ottavio Tognola

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

“Busto Arsizio ombelico del mondo, anche nel pugilato”. A dirlo è stato, dal ring di piazza Santa Maria, l’assessore allo sport Gigi Farioli, elogiando gli organizzatori del tradizionale Memorial Bruno Bisterzo. Oggi, grazie alla Master Boxe del presidente Livio Grandis, la memoria del pugile bustese, che a Monaco di Baviera, il 31 maggio 1941, conquistò il titolo europeo dei pesi leggeri, rivive nella classica riunione pugilistica sotto le stelle del cielo di Busto Arsizio.

Nell’edizione annuale, i giovani talenti del maestro Eligio Calandrino hanno mostrato, ancora una volta, tutta la loro forza, ottenendo ben cinque vittorie su sei incontri con Anril Burlaka (categoria seniores 60 Kg), Vivian Massianga (seniores 64 Kg), Samuele Divita (seniores 75 Kg), Samuele Grilli (giovani 64 Kg) e con il quattordicenne Samuele Griffini (schoolboys 48 Kg), premiato con il “Trofeo Bisterzo”. Sconfitto, ma autore di un incontro comunque generoso, Manuele Balsamo (seniores 81 Kg).

Il clou della serata è stato rappresentato dall’incontro tra i “prof” Davide Bulla, superpiuma 21enne seguito dal maestro Eligio Calandrino, e il romeno 29enne Nicusor Petcu, con verdetto pari dopo sei riprese (foto a cura di Giovanni Garavaglia).

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA