Visite senologiche per le studentesse Liuc
Medici, Associazioni e Università insieme per la prevenzione

Si rinnova l’appuntamento con il progetto di diagnosi senologica precoce proposto da Rotary “Castellanza”, Rotaract La Malpensa, Lilt, Caos Onlus e Liuc Università Cattaneo

castellanza

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Si rinnova l’appuntamento con il progetto di diagnosi senologica precoce proposto da Rotary “Castellanza”, Rotaract La Malpensa, Lilt, Caos Onlus e Liuc Università Cattaneo.

Dopo la giornata del 16 novembre, le studentesse della Liuc potranno effettuare una visita senologica gratuita presso la sede dell’Università il prossimo 30 novembre. Le visite saranno a cura dei medici dell’Asst Valle Olona, in particolare del dottor Luigi Armiraglio e della dottoressa Valentina Carsenzuola, chirurghi in staff alla Chirurgia generale dell’Ospedale di Busto Arsizio, diretta dal dottor Ildo Scandroglio. Entrambi i clinici sono parte integrante della Breast Unit dell’ASST Valle Olona (coordinata dal professor Stefano Bracelli), il Centro multidisciplinare che si occupa di patologia della mammella e che assiste la donna malata a 360 gradi. Qualora emergessero necessità di approfondimenti diagnostici, le donne verranno prese in carico dall’Ambulatorio di Senologia dell’Ospedale di Busto Arsizio, diretto dal dottor Pietro Bernasconi e coordinato da Loredana Agliuzzo.

La terza giornata di visite, sabato 14 dicembre, coinvolgerà il dottor Claudio Andreoli (Coordinatore Breast Unit) e la dottoressa Veronica Arlant (Chirurgo Senologo), entrambi specialisti di Humanitas Mater Domini. L’Istituto, da sempre attento alla prevenzione, ha colto questa importante opportunità per sensibilizzare le donne, in particolare le giovani ragazze, sull’importanza dei controlli e della diagnosi precoce. Per tutte le studentesse per le quali si rendessero necessari ulteriori approfondimenti, gli specialisti dell’Istituto resteranno a disposizione per guidarle nel percorso.
La Senologia dell’Istituto, infatti, assicura alla paziente un percorso di cura ed un approccio clinico integrato e multidisciplinare (dalla diagnosi al follow up) e fa parte della “Breast Centres Network”, la prima rete internazionale di centri di senologia, il cui obiettivo è favorire la collaborazione clinica e scientifica fra i centri specializzati di tutto il mondo.

Un’opportunità importante per sensibilizzare le più giovani, che hanno risposto positivamente (i posti sono già quasi esauriti).

“Questa iniziativa – spiega Eliana Minelli, docente LIUC e delegata del Rettore per l’inclusione rappresenta un esempio efficace di collaborazione tra pubblico e privato, per offrire un servizio di valore sul territorio in un ambito così delicato come quello della prevenzione delle malattie oncologiche. Non solo: l’Università vuole lavorare su una autentica crescita culturale dei suoi studenti e di tutta la comunità. Per raggiungere l’obiettivo, essenziale è il contributo delle due realtà sanitarie coinvolte, che hanno generosamente messo a disposizione le loro risorse professionali, così come delle associazioni, che stanno mobilitando tutte le loro energie”.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA