CHI POTREBBE ESSERE IL SOSTITUTO?
Mencarelli, addio dopo il trionfo? La Uyba medita

Pirola e Barbaro proveranno a convincere Mencarelli, ma il coach sembra già destinato ad altri lidi (Scandicci): a ore l'incontro decisivo

Igor Mutinari

busto arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Un successo, nello sport come anche nella vita, è il miglior modo per lasciarsi: si è tutti vincitori. E il tempo, galantuomo, provvederà a mitigare le situazione e cristallizzare i bei ricordi. Pochi giorni dopo la vittoria della terza Coppa Cev nella storia della Unet e-work Busto Arsizio, potrebbe essere arrivata l’ora dell’addio di coach Marco Mencarelli, anche se il duo Pirola-Barbaro faranno un ulteriore tentativo per convincere il tecnico umbro a restare, prima della sfida di Conegliano.

L’allenatore di mille successi con le nazionali giovanili e della Coppa Cev 2018/19 sembra destinato a non sedere più sulla panchina biancorossa. Pare difatti ormai vicino l’accordo con Scandicci. Non ci interessa ora fare i conti in tasca al professore del volley per capire se la scelta sia dovuta ad un condivisibile discorso economico, o se sia stata fatta solo per avvicinarsi a casa o per cercare nuovi stimoli e nuove sfide. A Busto, se le strade si separeanno davvero, rimarrà il ricordo di una persona sempre pacata ed estremamente competente, grazie ai cui uffici sono arrivate giocatrici del calibro di Bonifacio e Orro.

Chi arriverebbe se Mencarelli se ne andasse davvero?
Come prevedibile è saltata la pista chiacchierata che portava ad Andrea Pistola: non sembrano profili giusti nemmeno Saja o Gaspari. Più possibilità per Bertini, in uscita da Bergamo e in passato assistente proprio del “Menca” in azzurro. Il toto allenatore però si dovrebbe fermare a due nomi. È possibile che venga promosso Marco Musso, ben voluto da chiunque in via Maderna e di certo futuribile, con il difetto di essere senza esperienza da head coach. L’opzione più probabile dovrebbe però essere Stefano Lavarini, ex Bergamo e attualmente campione sudamericano con la squadra brasiliana del Minas. Il piemontese vorrebbe riavvicinarsi a casa e sarebbe un nome importante per una squadra che ha già confermato le proprie migliori giocatrici e punta a due importanti per gli spot da opposto e centrale.

E comunque, non bisogna dimenticarsi che c’è ancora una stagione da concludere al meglio: sabato sera a Conegliano la Uyba conoscerà il proprio piazzamento in regular season e di conseguenza l’avversaria nei quarti di finale scudetto. Bisogna rimanere tutti uniti!

Copyright @2019