Metà lavoro

Metà lavoro è fatto. E la gente se ne compiace. Resta l'altra metà. E la gente è attenta nel valutare la logica e la tempestività del lavoro da svolgere; altrimenti digrigna i denti

Gianluigi Marcora

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Metà lavoro è fatto. E la gente se ne compiace. Resta l’altra metà. E la gente è attenta nel valutare la logica e la tempestività del lavoro da svolgere; altrimenti digrigna i denti. A cosa ci rivolgiamo? alla segnaletica in via Bellingera, a Busto Arsizio. Alla chetichella, chi di competenza, ha raccolto il nostro s.o.s. di assoluta necessità ….ricordate? La segnaletica “orizzontale” come dicono i tecnici era del tutto fatiscente. tanto che le vetture che provenivano dalla “zona Frati” avevano difficoltà nel “dare precedenza“, appena giunte in piazzetta. Succedeva uno “stridore” di pneumatici e qualche scambio di opinioni fra le parti, non tanto allegro. Vero che esiste la “segnaletica verticale” a cui attenersi; però chissà come, chi è abituato a guardare per terra, non sa che farsene della cartellonistica esistente.

Adesso che s’è rifatto la segnaletica orizzontale, resta da mettere a posto l’intero spiazzo, con tanto di posizionamento dei parcheggi. Oggi si lasciano le vetture un po’ alla rinfusa, per via dei vecchi stalli tuttora esistenti, che hanno subito un’ancora più vecchia delimitazione degli stessi. Col “bel” risultato di trovarsi a cavallo di due strisce, con stalli “ariosi” che fanno distinguo e non permettono una giusta sosta.

Qui si aspettano i cartelli di “divieto di sosta” per consentire l’esecuzione dei lavori sulla “piazzetta” di via Bellingera e una normalizzazione dello spiazzo ….come Dio comanda. In modo da lasciare tutti “felici e contenti” con plauso a chi consente logica, una importante opera viaria che deve avere il giusto epilogo.

Già che ci siamo e in virtù della “fame” di parcheggi in via Bellingera, vediamo di razionalizzare gli stalli e occupare nel migliore dei modi, lo spiazzo. C’è uno stallo, al civico 4 di via Bellingera,  con tanto di delimitazione gialla, mai utilizzato. Non solo: al civico 3 di detta via, ci sono mini-stalli (riservati alle motociclette) che vedono in sosta non più di una moto; gli altri stalli, “rubano” spazio alle vetture …..e si potrebbero adattarli alla bisogna.

Operazione facile, no? Riassumiamo: nuova delimitazione “orizzontane” nella piazzetta che ha sempre il nome di via Bellingera – eliminazione dello spiazzo “giallo” – lasciare uno o due stalli (non di più) al civico 3 per le motociclette. Dopodiche, il lavoro sarebbe ultimato nella giusta maniera e nel migliore dei modi. Grazie per l’attenzione!

Copyright @2019

DALLE RUBRICHE