Anche la città è toccata
Metodo Caianiello

Tutti sanno, tutti vorrebbero sapere. Le voci sulla retata di Guardia di Finanzia e Carabinieri che riguarda personaggi conosciutissimi della zona, si rincorrono velocemente. Si “canta in coro” che la “calunnia è un venticello” e che è troppo facile, spenderla e disperderla, a buon mercato. Si dice che “la Giustizia deve fare il suo corso”...

Gianluigi Marcora

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Tutti sanno, tutti vorrebbero sapere. Le voci sulla retata di Guardia di Finanzia e Carabinieri che riguarda personaggi conosciutissimi della zona, si rincorrono velocemente. Si “canta in coro” che la “calunnia è un venticello” e che è troppo facile, spenderla e disperderla, a buon mercato. Si dice che “la Giustizia deve fare il suo corso”… e meno male, osserva il Cittadino onesto che ne ha ben donde su certi “fatti e misfatti” di Palazzo. Si parla di Busto Arsizio con Forza Italia “annientata” e di Lega “consenziente”. Non certo ai “misfatti”.

La Lega sa che far mancare al Sindaco Antonelli, la fiducia, vuole dire far cadere il governo della Città e andare al commissariamento immediato che, ad andare bene, durerebbe almeno un anno. C’è chi dice “magari” e c’è chi sostiene che “la città sarebbe paralizzata”. Tuttavia, come recita lo slogan inventato dal mio amico Francesco Crepaldi “senza l’[email protected], la città sarebbe all’oscuro”.

Poi c’è un’aggiunta, al caso. La Lega, a Busto Arsizio è al governo da oltre vent’anni. Come a dire che mai è andata all’Opposizione e “non ce la farebbe” a farlo, per via della sua esperienza maturata nella stanza dei bottoni. Questo, è un “primato italiano”. Non ce la facciamo a lasciar perdere la battuta del Sindaco Antonelli, secondo cui certi analisti della Politica Locale fanno gossip come certi giornali di gossip (non citiamo la testata citata dal Sindaco, per non incorrere in pubblicità gratuita).

Che si fa, ora? Si aspettano gli esiti dell’indagine o si continua a lavorare senza Forza Italia dentro la Giunta? Vero che al posto dell’incriminato Gorrasi, può subentrare una “vecchia conoscenza” Armiraglio; tuttavia, Gorrasi non è in Giunta e gli altri esponenti di Forza Italia (Farioli, Arabini, Chiesa, Ghidotti, Orazio Tallarida, Francesca Tallarida e Pinciroli) restano nei ranghi della Maggioranza. Al gossip non ci stiamo. Sono eloquenti le immagini della tv che dimostrano un concetto comune: anche Busto Arsizio è stata toccata dal “metodo Caianiello” che stabilisce le “gerarchie” e le metodiche con cui lavorare. Ѐ tempo di voltare pagina. Dato per scontato che la Lega non toglie la fiducia ad Antonelli, gli sviluppi si conosceranno nel giro di poco tempo.

Copyright @2019

DALLE RUBRICHE