Bloccato dai presenti e preso in consegna dai poliziotti
Molesta una quattordicenne in stazione a Busto, cinese fermato per violenza sessuale

Un cittadino cinese, senza documenti e dall’identità incerta, è stato fermato dalla Volante del Commissariato cittadino. Il soggetto, nella sala d’attesa della stazione Fs di Busto, ha molestato sessualmente una quattordicenne che aspettava il treno per tornare a casa da scuola. Bloccato dai presenti, è stato poi preso in consegna dai poliziotti e arrestato

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Un cittadino cinese, senza documenti e dall’identità incerta, è stato fermato lunedì 22 ottobre dalla Volante del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio. Il soggetto, nella sala d’attesa della stazione Fs, ha molestato sessualmente una quattordicenne che aspettava il treno per tornare a casa da scuola.

Intorno alle 13.30 l’allarme e l’intervento della pattuglia in piazza Volontari della Libertà dove alcuni passeggeri, richiamati dalle grida di aiuto della giovane, stavano trattenendo il cinese. Gli agenti hanno appreso dalla vittima e dai testimoni che poco prima la giovane, seduta in sala d’aspetto in attesa del treno che doveva riportarla a casa dopo la scuola, era stata avvicinata dall’uomo che le aveva rivolto in italiano stentato delle pesanti avances, toccandole più volte il seno nonostante le sue rimostranze. La giovane  si era poi messa a piangere, ma nonostante ciò era stata in grado di richiamare l’attenzione dei presenti e di richiedere aiuto. Lo straniero a quel punto, resosi conto che qualcuno stava per intervenire, ha cercato di allontanarsi ma è stato bloccato e trattenuto da alcuni utenti e poi preso in consegna dai poliziotti.

L’uomo, privo di documenti, è stato identificato in Commissariato grazie alle impronte digitali, dalle quali è risultato che si tratta di un irregolare più volte controllato in varie parti d’Italia – ma mai a Busto Arsizio – con diverse generalità abbinate a età variabili tra i 53 e i 66 anni. Tra i vari precedenti, è tra l’altro emerso che l’uomo doveva già scontare una pena per commercio di prodotti con marchi contraffatti.

Il cinese, d’intesa con la Procura della Repubblica di Busto, è stato sottoposto a fermo per violenza sessuale su minorenne e condotto in carcere.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA