La mozione di Michele Palazzo
Museo Pagani, “se necessario ricorrere a sponsorizzazioni private”

“È necessario attivarsi per preservare e valorizzare concretamente il Museo Pagani”; queste le parole con cui Michele Palazzo spiega l’ultima mozione presentata a nome del gruppo Sognare Insieme Castellanza

MUSEO PAGANI Foto di Alfonso Colombo -Pza Vittoria -20020 VILLA CORTESE /MI

Loretta Girola

castellanza

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

“È necessario attivarsi per preservare e valorizzare concretamente il Museo Pagani”; queste le parole con cui Michele Palazzo spiega l’ultima mozione presentata a nome del gruppo Sognare Insieme Castellanza.

Il Museo Pagani è un vero e proprio tesoro che abbiamo la fortuna di avere all’interno del territorio castellanzese – sottolinea Michele Palazzo – ma oggi come oggi non è minimamente valorizzato. Sappiamo bene tutti che si tratta del secondo spazio espositivo all’aperto di arte moderna d’Europa, e che al suo interno sono contenute opere di grande pregio e valore, ma è altresì sotto gli occhi di tutti che negli ultimi anni non si sia fatto nulla per supportare la proprietà e per valorizzare la struttura.
Inoltre pare che nessuno stia considerando il fatto che le opere, come succede ad ogni cosa che ogni giorno è esposta alle intemperie e all’umidità, necessitano di cure e costanti e di attenta manutenzione, al fine di poter essere preservate nel tempo.

I costi per la proprietà sono molto alti, ed è per questo che ho ritenuto necessario presentare una mozione in cui di richiede di intervenire per “avviare relazioni sociali significative al fine di affidare, mediante procedura di sponsorizzazione, il “risveglio” del Museo Pagani con un progetto di restauro e di rilancio Culturale, per far conoscere i tesori straordinari di Arte moderna contemporanea, presenti sul territorio”.
È necessario superare i preconcetti e le divisioni politiche, e che l’Amministrazione trovi l’apertura mentale necessaria per sedersi al tavolo con le minoranze e la proprietà, per confrontarsi sulle idee di ciascuno risolvendo così una volta per tutte il problema del rilancio e della conservazione della struttura che, se dovesse andare persa, rappresenterebbe una perdita per tutto il paese e non solo.

Credo che, visti gli alti costi necessari per il mantenimento del museo, sia necessario uscire dai confini cittadini e rivolgersi a fondazioni, enti e, perché no, anche a sponsor privati, per cercare una sponsorizzazione di pregio che permetta di intervenire in maniera concreta e risolutiva.
Si potrebbe anche pensare di rivolgersi all’Europa, del resto il valore del Museo Pagani è riconosciuto ben oltre i nostri confini, ma per farlo è necessario avere le idee chiare e un progetto definito, altrimenti non riusciremo mai ad accedere ad alcun tipo di contributo o finanziamento.
Spero, dunque, che l’Amministrazione Cerini accolga la mozione che abbiamo presentato come occasione per attivarsi concretamente per studiare una seria, e realizzabile, strategia per preservare e valorizzare concretamente, anche per i prossimi anni, questa struttura la cui presenza a Castellanza è un vero e proprio motivo di vanto per la città”.

Copyright @2020