Poesia
‘Na òlta

Mi manda una poesia in Dialetto Bustocco, il mio amico Alfredo Solbiati (ul Pinèta) che ringrazio da subito. La sua Poesia merita attenzione. Se non altro, per gli insegnamenti che pone e per le riflessioni che merita. Si intitola: 'Na òlta (una volta)

Gianluigi Marcora

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Mi manda una poesia in Dialetto Bustocco, il mio amico Alfredo Solbiati (ul Pinèta) che ringrazio da subito. La sua Poesia merita attenzione. Se non altro, per gli insegnamenti che pone e per le riflessioni che merita. Si intitola: ‘Na òlta (una volta). Eccola:

A sentu pù

scuratà i càai

su a rizzàa

bianca e negra di strài.

A èdu pù

i caretèi

a caèzza in man,

a frusta su i spall,

vusà: lòò valà.

A èdu pù a Virginia

cùà i càai

par tià sù i figài.

Incò a èdu: utumòbil,

camiasci, cùi

a sentu udùi da ucelina.

Ul mòndu ‘na òlta

l’èa caèzzu,

incò sèm tùci vitima

d’ùl prugressu (ùl Pinèta)

 

Non tragga in inganno, il riferimento a un mondo che fu. Solbiati espone un messaggio per il futuro. Trarre dall’esperienza passata, quel che occorre per il domani; il futuro, non solo nelle “cose” o nelle abitudini, ma futuro per l’insegnamento al domani che scaturisce dall’esperienza.

Ecco la traduzione: Non sento più transitare i cavalli sulla carreggiata bianca e nera delle strade. Non vedo più i carrettieri ad accarezzare in mano, la frusta appoggiata sulle spalle. Gridare arresta, ferma (lòò), avanza, parti (valà) – tipici comandi dei carrettieri che i cavalli avevano imparato a memoria- Non vedo più la Virginia curare (il passaggio dei cavalli) per raccogliere lo sterco (figài). Oggi vedo (solo) automobili, camion (“camiosci” è un dispregiativo di camion), code (di veicoli) e sento odore di benzina. Il mondo, una volta era più composto (in ordine – “caèzzu“) e oggi siamo tutti vittime del progresso. Come a dire: non dobbiamo essere delle “vittime”, ma il mondo è migliore se tutti fossimo dei protagonisti, senza la parvenza di essere il protagonista, uno dei protagonisti. Ciascuno per la propria funzione.

Copyright @2020

DALLE RUBRICHE