SI SBLOCCA IL RIMPASTO DI GIUNTA?
Nasce il gruppo consiliare “Idee in Comune con il Sindaco”

Lo compongono cinque consiglieri comunali (Alberto Armiraglio, Donatella Fraschini, Paolo Genoni, Roberto Ghidotti, Michela Provisione), che ora chiedono “adeguata rappresentanza nell’esecutivo”

Riccardo Canetta

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

È nato ufficialmente il gruppo consiliare “Idee in Comune con il Sindaco”. Ne fanno parte Paolo Genoni, Donatella Fraschini (entrambi fino a ieri esponente della lista Antonelli; il primo da sempre, la seconda dopo l’addio a Forza Italia), Roberto Ghidotti (eletto nella lista Antonelli e reduce da una breve parentesi in Forza Italia), l’ex forzista Alberto Armiraglio e Michela Provisione, che passa dal gruppo di opposizione Busto al Centro (la lista di Gianluca Castiglioni, principale avversario di Antonelli alle elezioni) al nuovo gruppo di maggioranza.

Il passaggio era atteso e costituisce un tassello fondamentale in vista del rimpasto di giunta, reso necessario dall’elezione al Parlamento europeo del vicesindaco Isabella Tovaglieri e dalle dimissioni di Miriam Arabini.
Ora è evidente che il sindaco Emanuele Antonelli, nelle distribuzione delle deleghe, dovrà tenere conto di una formazione composta da cinque consiglieri, seconda solo alla Lega (che grazie al ritorno di Livio Pinciroli dopo l’esperienza in Forza Italia può contare nuovamente su sei esponenti) e numericamente ben più pesante di Forza Italia, colpita dalle indagini e oggi rappresentata in assise dalla coppia di Tallarida, Orazio e Francesca.

Il nuovo gruppo, intanto, precisa di avere l’obiettivo di “favorire e adoperarsi per il buon governo della città. Non vogliamo essere considerati i sostenitori di Emanuele Antonelli e neanche i suoi oppositori. Noi  pensiamo che oggi sia possibile il rilancio di una azione amministrativa che possa dare alla città buone  prospettive, buona politica e buoni amministratori, rispondendo così al mandato ricevuto dai nostri elettori. Non prevediamo solo l’aspetto squisitamente legato all’attività dei consiglieri comiunali, ma creeremo occasioni di  incontro anche per chi, pur non avendo ruoli amministrativi, vorrà aiutarci a crescere, favorendo una partecipazione e una puntuale divulgazione ai nostri concittadini delle più importanti scelte amministrative”.
Quindi la chiosa: “Pertanto richiediamo una adeguata rappresentanza nell’esecutivo, proponendo candidature autorevoli nell’interesse della città”.

Copyright @2019