SORAGNI SOLLECITA IL SINDACO
“È necessario il certificato di guarigione”

A pochi giorni dalla ripresa delle scuole, Angelo Soragni, capogruppo consiliare del gruppo della Lega Nord, ha voluto nuovamente tornare sul tema dell’autocertificazione dopo le assenze per malattia

Loretta Girola

castellanza

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

A pochi giorni dalla ripresa delle scuole, Angelo Soragni, capogruppo consiliare del gruppo della Lega Nord, ha voluto nuovamente tornare sul tema dell’autocertificazione dopo le assenze per malattia. L’argomento della certificazione medica obbligatoria per permettere il rientro a scuola dopo lunghi periodi di malattia è molto caro al consigliere Soragni, che già lo aveva affrontato diverse volte in consiglio, anche in occasione dell’approvazione del tanto contesto regolamento dell’asilo nido.

In quell’occasione il capogruppo della Lega aveva sostenuto che l’autocertificazione, attualmente prevista per legge, non sia sufficiente a tutelare i bambini da possibile contagio e a garantire le condizioni igienico sanitarie della scuola. In occasione del nuovo anno scolastico Soragni è tornato ad affrontare il tema: “vorrei ritornare sull’argomento già affrontato alcuni mesi fa in consiglio comunale riguardo dell’autocertificazione che i genitori possono fare per la riammissione a scuola dopo malattia infettiva dei loro bambini.

In base alla legge della Regione Lombardia, infatti, non è necessario il certificato medico per la riammissione dopo 5 gg di malattia, ma i genitori possono ricorrere alla semplice autocertificazione.

Bisogna però evidenziare che nei primi sei mesi del 2018 in Europa vi sono stati 41 mila contagi di morbillo e 37 morti, e solo in Italia i contagiati sono stati ben 2009, confermando il nostro paese ai primi posti in Europa per numero di casi. Ma il problema non è solo il morbillo, vi sono molte altre malattie che richiederebbero un controllo medico prima del rientro in comunità.

Da qui, a mio parere, la necessità di istituire nelle scuole di Castellanza (nido, scuola materna, scuola elementare) l’obbligo di visita medica e certificato di guarigione prima del rientro in classe, poiché ritengo che i genitori debbano essere sicuri che i loro figli siano effettivamente guariti dopo malattia. Il Sindaco, essendo responsabile della salute dei suoi cittadini, ha tutta l’autorità per regolamentare la riammissione a scuola dei bambini, tenendo presente che il centro europeo per il controllo delle malattie infettive mette l’Italia ai primi posti per il numero dei casi di morbillo”.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA