Amici nei guai
Non rispetta i domiciliari e ritorna in carcere

Denunciato pure l’amico del 27enne marocchino, che si è presentato ubriaco negli uffici del Commissariato per impedire l’arresto del connazionale

GALLARATE

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Continua incessante l’attività di prevenzione e repressione posta in essere dal Commissariato di Gallarate. Un cittadino del Marocco, già sottoposto alla misura alternativa della detenzione domiciliare, è risultato inosservante alle prescrizioni imposte. La corretta e tempestiva comunicazione all’Autorità Giudiziaria, ha permesso di revocare il beneficio concesso e ricondurre l’uomo, nato nel 1982 in Marocco, presso la Casa Circondariale competente. In occasione dell’esecuzione della notifica della revoca del beneficio, si presentava negli uffici del Commissariato di Polizia anche un amico di E.J.I, tale E.A.M. cittadino marocchino del 1991, il quale, in evidente stato di alterazione dovuta all’abuso di sostanze alcooliche, tentava di impedire l’arresto del connazionale, venendo a sua volta denunciato.

Copyright @2018