Armiraglio Caffè, il coraggio di essere Donna e Imprenditrice
Non è il “solito” caffè

Il coraggio di essere Donna e Imprenditrice. Ne abbiamo parlato con Liana Lodini, che col marito Roberto Armiraglio è titolare della "Armiraglio caffè" in Corso Italia 18 a Busto Arsizio

Gianluigi Marcora

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Il coraggio di essere Donna e Imprenditrice. Lo abbiamo chiesto a Liana Lodini che col marito Roberto Armiraglio è titolare della “Armiraglio caffè” in Corso Italia 18 a Busto Arsizio.

“Il mio sogno era quello di avere un ambiente sobrio, signorile, spazioso e …completo di tutti quei servizi che necessitano alla gente, senza dovere spezzettare le incombenze quotidiane”. Del tipo pagamento delle utenze, tabaccheria, edicola con cartoleria e ricevitoria..

Non ha utilizzato la parola Bar, la signora Luana, come mai? “Lei stesso può vedere che il nostro è un servizio di caffetteria completo. Il Bar (come si usava dire) è parola sorpassata. Qui, i clienti (vecchi e nuovi) amano sostare per un caffè (e non solo) ma pure dialogare, dibattere i problemi del giorno, informarsi. Mio marito ed io, abbiamo inteso mettere a disposizione degli avventori, un ambiente confacente a ogni tipo di esigenza: dal mordi e fuggi, alla sosta prolungata e siamo orgogliosi di quanto abbiamo realizzato”.

Abbiamo esordito con la domanda, cosa vuol dire per lei essere Donna e Imprenditrice. “Sul fatto di essere Donna, mi conforta la simpatia della gente. Mi ritengo di vecchia maniera: rispetto per il cliente e adattamento ad ogni sua seria esigenza. Chiaro che c’è la persona perbene, ma pure chi vuole essere servito, magari senza quel bon ton necessario ….noi serviamo le persone, ma non siamo a servizio delle persone….insomma, dignità, educazione, sempre”.

E Imprenditrice? …. “Per me, è una parola grossa. E’ vero che ho spinto mio marito a compiere il grande passo: quello di pensare al futuro, di creare un ambiente sobrio e funzionale come lei vede, di offrire alla gente lo spunto per dialogare. Una volta stimolato Roby a sviluppare i nostri ideali, mi ha fatto piacere che ha condiviso il mio sogno con passione straordinaria, senza la quale si va da nessuna parte”.

L’andirivieni che c’è all'”Armiraglio caffè” è straordinario. Per scattare le foto, abbiamo stoppato la gente alla porta d’ingresso, ovviamente scusandoci, ottenendo la “comprensione” di chi aveva fretta. “Il sevizio però è preciso e veloce” aggiunge la signora Liana. “Anche per chi sfida la fortuna al Lotto o con gli altri giochi” aggiunge Roby mentre serve un avventore….. a giudicare poi da come sta pagando chi ha vinto, diremmo che la “Armiraglio caffè” è anche un centro fortunato.

“Le possiamo offrire un caffè?” conclude con garbo e delicatezza la signora Liana. Come non accettare? Visto con quale stile ce l’ha proposto.

Non abbiamo minimamente esagerato, nell’illustrare la nuova realtà Bustocca che pensa al lavoro, ma che nel lavoro ci mette buona volontà, passione desiderio di vedere la gente contenta e, ovviamente impostare col lavoro, il ….futuro.

Copyright @2020