SIGLATO UN ACCORDO CON A.S.S.T. e A.T.S.
Nuova vita per i locali di via Roma

Pare che abbia finalmente trovato una conclusione la lunga vicenda che ha interessato i locali dell’ex ASL di via Roma, in gran parte abbandonati da diversi mesi dopo la scelta dell’A.S.S.T. di spostare la maggior parte dei servizi situati al loro interno

Loretta Girola

castellanza

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Pare che abbia finalmente trovato una conclusione la lunga vicenda che ha interessato i locali dell’ex ASL di via Roma, in gran parte abbandonati da diversi mesi dopo la scelta dell’A.S.S.T. di spostare la maggior parte dei servizi situati al loro interno.

“Nella giornata di ieri, giovedì 27 dicembre, – spiega il Sindaco Mirella Cerini – è stato siglato il contratto di comodato d’uso tra il Comune di Castellanza, l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Valle Olona (A.S.S.T.) e l’Agenzia di Tutela della Salute dell’Insubria (A.T.S.) per l’utilizzo dell’immobile di via Roma di proprietà del Comune di Castellanza che, dal 1991 è stato destinato a funzioni socio sanitarie.

Ora la struttura sarà utilizzata da A.S.S.T. e A.T.S. per attività istituzionali; in particolare ad ASST restano, al piano terra, gli uffici di scelta e revoca del medico, di assistenza domiciliare integrata e, per un periodo di almeno 6 mesi, la dialisi.

ATS, invece, collocherà al primo e al secondo piano gli uffici di Igiene e delle Malattie infettive, entrambi appartenenti al Dipartimento Igiene Prevenzione Sanitaria, riorganizzando la distribuzione territoriale degli uffici così come previsto dalla Legge regionale di riforma sanitaria.

Grazie a questo importante accordo, che ha una durata di dieci anni, rinnovabile per altri dieci, gli spazi di via Roma, da tempo inutilizzati, vengono completamente valorizzati e totalmente rioccupati, sottraendoli al rischio di abbandono e di sicuro degrado.

Un accordo – prosegue la Prima Cittadina – che è il risultato di mesi di contatti e valutazioni tecniche, ed è la dimostrazione che le collaborazioni positive tra enti portano a risultati utili per la collettività in termini di presenza di servizi che contribuiscono a mantenere alta l’offerta socio sanitaria territoriale.

Non trascurabile, inoltre, sarà anche la ricaduta economica sulla città dovuta alla presenza di uffici e di addetti, che porteranno ad un miglioramento dell’indotto.

Voglio ringraziare in modo particolare i Direttori Generali uscenti dell’A.T.S., dott.ssa Paola Lattuada (alla quale faccio i migliori auguri per il nuovo incarico), e di A.S.S.T., dott. Giuseppe Brazzoli, per la disponibilità e la fattiva collaborazione.

Auspico che questa positiva sinergia possa continuare anche con i nuovi dirigenti, ai quali auguro buon lavoro e garantisco fin da subito cooperazione”.

Copyright @2018