Altri due bus gemelli saranno in circolazione da settembre
Nuovi autobus Stie: a Busto entrano in servizio le matricole 296 e 298

Stie investe un milione di euro, finanziato in parte da Regione Lombardia. I nuovi mezzi rappresentano la più avanzata espressione degli autobus urbani ad alimentazione tradizionale

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Busto è sempre più tecnologica. Sono contento che ci siano mezzi nuovi che inquinano meno; è un bel regalo per la nostra città”. Così il sindaco Emanuele Antonelli ha accolto la presentazione dei nuovi autobus “Otokar Kent” di Stie. L’investimento, di circa un milione di euro, è stato finanziato in parte grazie al contributo di Regione Lombardia. Una bella novità per i circa 2.500 utenti che ogni giorno usufruiscono a Busto del trasporto urbano, 1.8oo dei quali sono studenti. Si tratta di mezzi in linea con i livelli europei, che fanno scendere intorno ai 7 anni l’età media degli autobus che fanno parte del parco mezzi cittadino.

All’inaugurazione dei nuovi autobus hanno partecipato il sindaco Antonelli, l’assessore alla Sicurezza Massimo Rogora, l’amministratore delegato di Stie Pierluigi Zoncada, Umberto Mauri della Mauri Bus System, Angelo Colzani e Davide Colombo, presidente e direttore dell’Agenzia per il trasporto pubblico locale di Como, Lecco e Varese, il vicesindaco Isabella Tovaglieri e l’assessore Paola Magugliani.

“Ringraziarvi è doveroso – ha commentato Rogora – è visibile a tutti che gli autobus in circolazione a Busto sono in buon stato”. Dal colloquio con i vertici di Stie è emerso inoltre un dato interessante: a Busto c’è uno dei tassi più bassi di evasione tariffaria sui mezzi pubblici.

Entrano dunque in servizio le nuove ammiraglie del servizio urbano della città. Le nuove matricole 296 e 298, cui seguiranno nel mese di settembre, alla ripresa delle scuole, le matricole gemelle 304 e 306, sono degli autobus Kent C 12, prodotti da Otokar (azienda turca) e distribuiti in Italia da Mauri Bus System. Rappresentano ad oggi la più avanzata espressione degli autobus urbani ad alimentazione tradizionale.

Le caratteristiche sono all’avanguardia. Grazie ad un’accorta progettazione degli spazi interni, ad un’ottimizzazione degli ingombri meccanici ed al particolare allestimento richiesto da Stie riescono ad offrire, a parità di posti complessivi, un maggior numero di posti a sedere. Lunghe 12 metri e larghe 2,55 metri, le matricole 296 e 298 sono dotate di 3 ampie porte per l’accesso e la discesa dei viaggiatori, pianale completamente ribassato, pedana manuale e postazione dedicata per i viaggiatori in sedia a rotelle, posti riservati ai viaggiatori con mobilità ridotta, aria condizionata integrale, doppi vetri, retrocamera e sensori di parcheggio posteriori.

Il design esterno è filante e contemporaneo. Gli interni sono particolarmente accoglienti e luminosi grazie alla maggior altezza del cielo del veicolo, alle ampie finestrature ed alle due botole apribili vetrate a soffitto, con chiusura automatica in caso di pioggia o aria condizionata inserita. L’illuminazione interna è realizzata interamente con led ad alta luminosità, in grado di garantire affidabilità, lunga durata e risparmio energetico.  Per i 29 posti a sedere sono stati scelti sedili di marca tedesca Kiel, con struttura in materiale anti-vandalo e rivestimento in velluto. La disposizione degli interni è stata appositamente studiata per le esigenze del servizio urbano di Busto Arsizio, con sedili jumbo e posti affacciati per agevolare l’accesso nella zona anteriore, destinata ai tragitti brevi, mentre la zona posteriore offre numerosi posti a sedere per i tragitti più lunghi all’interno della città. Per i viaggiatori a mobilità ridotta sono riservati quattro posti a sedere in prossimità della porta di entrata.

Particolare attenzione è stata dedicata anche ai viaggiatori in piedi. Ampliata la piattaforma centrale, che all’occorrenza può ospitare una sedia a rotelle; sono stati richiesti mancorrenti in acciaio inossidabile, una dotazione supplementare di maniglie di appiglio nella zona anteriore, gradini e guarda spigoli in materiale antiscivolo di colore giallo per maggior visibilità e sicurezza. Questi autobus possono imbarcare quasi 80 viaggiatori in piedi, garantendo un maggior comfort anche sulle corse più affollate.

L’impatto ambientale dei nuovi autobus è particolarmente ridotto. Il veicolo è realizzato quasi interamente con materiali facilmente riciclabili; particolare attenzione è stata dedicata all’inquinamento acustico, sensibilmente ridotto rispetto ai veicoli della precedente generazione. Le emissioni soddisfano l’ultimo aggiornamento della normativa Euro 6, con filtro anti-particolato e riduzione catalitica degli ossidi di azoto; i consumi di gasolio dichiarati risultano particolarmente contenuti.

Copyright @2018