TROVATI STUPEFACENTI E UN PERICOLOSO FORNELLETTO
Occupano casa abusivamente. Scoperti dalla Polizia locale

Sant’Anna: un tunisino 45enne occupava l’appartamento, privo di luce e gas, da almeno sei mesi insieme a una giovane italiana

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Nell’ambito dell’attività di Presidio del territorio, prevenzione e repressione dei reati, gli operatori in forza al Nucleo Territoriale del Corpo di Polizia Locale, coordinati dai Commissari Natale Di Marco e Vincenzo Liguori, all’alba di oggi nel rione Sant’Anna, e più precisamente in via Piermarini, hanno identificato un uomo tunisino di quarantacinque anni che occupava abusivamente un’abitazione privata.

Dopo la segnalazione sporta dall’amministratore del condominio, sollecitato dalle continue lamentele per la presenza di persone che si aggiravano nell’immobile durante le ore notturne, è emerso che lo stesso tunisino occupava abusivamente un appartamento da almeno 6 mesi, insieme ad una giovane donna di nazionalità italiana e senza fissa dimora.

Al momento del sopralluogo, l’appartamento era privo di luce e gas ed era presente una bombola-gas collegata a un fornelletto mobile che risultavano alquanto pericolosi.

Durante la prima fase dell’intervento, l’uomo consegnava spontaneamente un’esigua quantità di sostanza stupefacente che veniva sequestrata, quindi si provvedeva nell’immediatezza ad un’attenta perquisizione locale e personale finalizzata al ritrovamento di ulteriori quantità di sostanze stupefacenti.

Come osservano l’assessore Max Rogora e il Comandante Claudio Vegetti “questa operazione si inserisce nella costante azione di controllo del territorio finalizzata alla prevenzione e repressione di atti che turbano la sicurezza urbana. L’Assessorato alla Sicurezza e la Polizia locale si pongono come obiettivo primario quello di contrastare a tutto campo questo fenomeno ed è in tal senso che si continuerà nei controlli volti a debellare ricorrenti situazioni di abusivismo. I cittadini potranno certamente percepire una maggiore e più qualificata presenza di operatori sul territorio e sentirsi più sicuri”.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA