LE INIZIATIVE IN PROGRAMMA
Olgiate e Castellanza ricordano la Shoah

In vista della Giornata delle Memoria del 27 gennaio i comuni di Castellanza e Olgiate Olona organizzano diverse iniziative, principalmente rivolte ai ragazzi, per fare in modo che il ricordo di quanto avvenne non vada perduto e serva da monito per un futuro migliore

Loretta Girola

castellanza

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

In vista della Giornata della Memoria del 27 gennaio i comuni di Castellanza e Olgiate Olona hanno organizzato diverse iniziative, principalmente rivolte ai ragazzi, per fare in modo che il ricordo di quanto avvenne non vada perduto e serva da monito per un futuro migliore. Ad aderire al progetto “Jella Lepman. Un ponte di libri”, a cura della Commissione Legalità del Centro Internazionale Insubrico e del Sistema Bibliotecario Busto Arsizio – Valle Olona in collaborazione con Ibby Italia, è la biblioteca di Castellanza, e per questo la mostra itinerante dedicata a Jella Lepman ha trovato casa, dal 14 al 25 gennaio, presso la Sala delle Colonne del Municipio.
Visitabile dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 12.30, e il mercoledì dalle 15 alle 18, la mostra è stata visitata anche dai ragazzi delle scuole cittadine; inoltre, giovedì 23 gennaio alle ore 21, sempre presso la Sala delle Colonne, si terrà la conferenza: “La tutela dei classici dalla Jugendbibliothek della Lepman al Centro Internazionale Insubrico”, a cura di Fabio Minazzi, Direttore scientifico del Centro Internazionale Insubrico.

Domenica 26 gennaio, invece, le sale di Villa Pomini ospiteranno, a patire dalle 16 la “Giornata della memoria i bambini nella Shoah e il viaggio di Liliana Segre da Milano alla Svizzera passando per Castellanza”, organizzata dall’ANPI, sezione L. Bellaria di Castellanza, e dalla Città di Castellanza, i cui relatori saranno il professor Giancarlo Restelli e Wilma Minotti Cerini; durante l’evento, inoltre, interverranno gli studenti di 3°media dell’Istituto Maria Ausiliatrice, che leggeranno alcuni testi scelti per l’occasione.
Come molti sanno, infatti, la storia di Liliana Segre si intreccia, seppure per un breve periodo, con la città di Castellanza, dove fu ospitata per un mese e mezzo dalla famiglia Cherubini Civelli.
Per l’occasione, inoltre, saranno esposti disegni di bambini deportati nel Ghetto di Terezin e riflessioni dopo la visita al Binario 21 effettuata lo scorso anno dagli studenti della scuola media L. da Vinci, visita che sarà ripetuta anche quest’anno dagli alunni delle classi terze che saranno accompagnati anche dal Sindaco Mirella Cerini.

Anche Olgiate Olona ha voluto coinvolgere gli alunni delle scuole medie, che saranno protagonisti della commemorazione organizzata lunedì 27 gennaio; il ritrovo è previsto per le 10 presso il cortile della Scuola “Dante Alighieri”, dove saranno lette, dalla classe 3^B, alcune riflessioni in ricordo dei bambini vittime dell’Olocausto.
Da qui partirà un corteo che sosterà per deporre i fiori presso il Monumento alla Resistenza e Deportazione, per poi arrivare alle 11 al Cinema Teatro Nuovo Area 101 dove si svolgerà un momento di riflessione a cura degli studenti delle classi 3^A, 3^ C e 3^ D delle “Dante Alighieri” dal titolo “Ero fiore, sono diventato radice. L’amore salva dall’orrore”.
In caso di maltempo l’intera cerimonia si terrà presso il Cinema Teatro Nuovo con inizio alle 10.30.

Copyright @2020