DAL 20 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE
Olgiate ospita “Humour”

Sarà ospitata nelle prossime settimane presso il Teatrino di Villa Gonzaga la mostra che racconta gli anni ‘60. Una serie di opere inedite realizzate da artisti di fama nazionale e internazionale

Loretta Girola

olgiate olona

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Sarà ospitata nelle prossime settimane presso il Teatrino di Villa Gonzaga la mostra che racconta gli anni ‘60 attraverso una serie di opere inedite realizzate da artisti di fama nazionale e internazionale. Si tratta della mostra “Anni ’60” di Humour a Gallarate, la manifestazione organizzata dalla Pro Loco di Gallarate che anche quest’anno ha visto oltre trecento autori italiani e stranieri partecipare con opere e vignette per le due sezioni di Grafica e Caricatura, in cui per la prima volta era suddiviso il concorso dal tema “Anni 60”.
Gli autori, dunque, hanno potuto ispirarsi liberamente a cose, fatti o personaggi che hanno segnato un decennio di grande fermento sociale, storico e culturale, caratterizzato dalla sua musica, dalla generazione beat, dalle rivoluzioni studentesche, dal Boom economico in occidente, dalla crisi di Cuba, dalla guerra in Vietnam, dalle scoperte scientifiche e dalla conquista della Luna, solo per citare alcuni degli aventi che hanno caratterizzato gli anni ‘60.

“Ci tengo in primo luogo a ringraziare il presidente della Pro Loco di Gallarate, Vittorio Pizzolato – ha sottolineato la consigliera delegata alla cultura Sofia Conte – che ha reso possibile portare a Olgiate Olona disegni, vignette e caricature dei migliori artisti italiani e internazionali.
È la prima volta che questa importante mostra, che quest’estate era esposta a MA.GA., esce da Gallarate, e credo che questa sia un’importante occasione per il nostro paese; si tratta di un’occasione per vedere le strepitose vignette inedite con cui i numerosissimi partecipanti al “Grand Prix Marco Biassoni e Premio Osvaldo Cavandoli” hanno rappresentato la loro idea di un decennio di profondi mutamenti culturali e sociali.
Un centinaio le opere in mostra, realizzate da artisti di tutto il mondo che si sono sbizzarriti, commentando a loro modo quel periodo caratterizzato da grandi cambiamenti che hanno interessato la moda, le scoperte scientifiche, passando per guerre e rivoluzioni civili e studentesche.
Un’area espositiva, inoltre, sarà dedicata alla personale del vignettista ottantatreenne Ernesto Cattoni definito dalla critica del settore Poeta dell’umorismo, che oltre ad aver lavorato per il Corriere della sera e riviste come Panorama e Famiglia cristiana, è stato anche disegnatore dell’Alfa 33, dell’Alfetta e della Giulia”.

La mostra, a ingresso libero, sarà visitabile dal 20 ottobre a 3 novembre nei seguenti orari: martedì e mercoledì 10 – 12, sabato 15 – 19 e domenica 10 – 12 / 15 – 19.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA