SCONTRO SULL'INCROCIO TRA via Maino e via Nannetti
Oltre un milione di euro per opere pubbliche e sicurezza stradale

Approvata una variazione di bilancio per un totale di 1 milione e 600mila euro. Sarà riqualificata la pista di atletica, progettato un piano in più nel parcheggio di via Volturno e verrà realizzata una serie di rotonde e dossi

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Al centro del consiglio comunale di martedì sera, la variazione di bilancio al piano triennale delle opere pubbliche. “È stato necessario procedere ad un aumento di un 1 milione 600 mila euro”, ha reso noto  il sindaco Emanuele Antonelli.
Tale cifra sarà utilizzata per la riqualificazione della pista di atletica, cui sono stati destinati circa 700 mila euro che saranno finanziati con un mutuo con il Credito Sportivo. “Abbiamo dovuto fare questa variazione altrimenti scadevano i termini per il bando”, ha spiegato Antonelli.
Altri 500mila euro sono stati stanziati per il parcheggio di via Volturno, nella zona del Tribunale, un’area particolarmente trafficata. Il nuovo parcheggio avrà un piano in più e più posti auto.

Sono previsti, inoltre, interventi per la sicurezza stradale: 200mila euro serviranno a realizzare due rotatorie e una serie di dossi in via Chisimaio, via Galvani e via Tosi nel quartiere di Sant’Anna. Anche per quanto riguarda la realizzazione del Palaginnastica a Beata Giuliana si procede in tempi rapidi: lunedì prossimo si riunirà la commissione per scegliere il progettista. “Ci siamo. Non ho dubbi che sarà realizzato velocemente. Dobbiamo saper cogliere le opportunità offerte dai bandi – ha aggiunto Antonelli – si sono aperti spazi finanziari che consentono ai Comuni di fare investimenti”.

Sul tema della sicurezza stradale, Massimo Brugnone, consigliere comunale Pd, ha presentato un’interrogazione sull’incrocio, considerato pericoloso dai residenti, tra via Maino e via Nannetti, teatro di vari incidenti stradali nelle ultime settimane, proponendo un dosso rialzato. “Un dosso non è la panacea di tutte le situazioni – ha risposto l’assessore Massimo Rogora – inoltre il costo di una piattaforma rialzata varia dai 25 ai 40 mila euro”. “Ma quanto vale la vita dei nostri concittadini? Speriamo che non accada nulla ma l’amministrazione deve agire preventivamente”,  ha replicato Brugnone. Osservazione che ha scatenato la dura reazione del sindaco: “Non mi piace sentire frasi come queste. Certo che la vita vale di più. Ho speso 800mila euro per mettere in sicurezza le scuole Bossi. Ma i soldi non si trovano sugli alberi. Ci vuole un po’ di rispetto”.

Durante la seduta, è stata approvata anche la modifica del regolamento del consiglio comunale. “Abbiamo notato che il documento andava aggiornato perché tutti i Comuni adottano la seconda convocazione – osserva Antonelli – nel caso in cui mancasse qualche consigliere, in seconda convocazione, il quorum si abbassa e sarà più facile deliberare”. Paola Reguzzoni (Lega Nord) ha evidenziato la necessità prevedere una maggioranza assoluta per argomenti di governo del territorio particolarmente rilevanti. La modifica al regolamento è stata aspramente contestata dai Cinque Stelle: “Stiamo gestendo il consiglio comunale come una riunione di condominio. Per la maggioranza è solo un modo per avere i numeri”, ha commentato a margine Luigi Genoni.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA