MONTANO SPIEGA
“Abbiamo operato senza sperperare”

Anche il Sindaco Gianni Montano ha voluto commentare il rendiconto consuntivo 2017 presentato e approvato durante lo scorso consiglio comunale, spiegando come tutto quello che viene fatto, e che è stato fatto, dalla sua maggioranza ha come obbiettivo il bene della comunità

Loretta Girola

olgiate olona

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Anche il Sindaco Gianni Montano ha voluto commentare il rendiconto consuntivo 2017 presentato e approvato durante lo scorso consiglio comunale, spiegando come tutto quello che viene fatto, e che è stato fatto, dalla sua maggioranza ha come obbiettivo il bene della comunità.

Quanto descritto nel rendiconto consuntivo costituisce il risultato che abbiamo raggiunto – sottolinea Montano – un risultato che è frutto di grande impegno e lavoro di sinergia tra gli organi politici, gli uffici amministrativi e tutte le formazioni sociali che vengono in contatto con l’Amministrazione come Associazioni, scuole, oratori e ogni singolo cittadino che si presta per realizzare progetti a favore della comunità. La perfezione non esiste. Ognuno potrà muovere critiche sulla forma e sulle modalità di prestazioni accessorie e residuali, ma lo stesso non vale per la sostanza e lo spirito più profondo che anima la nostra attività amministrativa, finalizzata al raggiungimento del benessere della comunità.

Abbiamo mantenuto livelli di qualità e raggiunto risultati ottimali in relazione alle spesso esigue risorse a nostra disposizione; abbiamo operato senza sperperare, favorendo una gestione oculata della spesa pubblica, senza concedere contributi a pioggia, ma attraverso la realizzazione di opere di efficientamento e risparmio, vigilando costantemente su ogni realtà che con noi collabora senza lasciare che si creassero buchi di bilancio da ripianare.

Nonostante tutto siamo convinti che dobbiamo migliorare. Migliorare per raggiungere quei risultati che Olgiate merita. E ciò lo possiamo fare anteponendo le proposte concretizzabili a slogan privi di coperture finanziarie, la progettazione al disfattismo, l’umiltà alla superbia, il reciproco aiuto alla subdola collaborazione di facciata, il prendersi la responsabilità dei propri atti anziché spingere prestanome per creare intralcio all’Amministrazione e danni alla comunità salvando la propria faccia, il favorire il dialogo anziché seminare un clima di paura. Per noi questo vuol dire tutelare il bene della comunità. Ringraziamo sentitamente, in quest’occasione, il personale degli uffici comunali per la fattiva collaborazione, la Polizia Locale, il Comando dei Carabinieri, le scuole nelle persone della Dirigente, dei docenti, dei genitori, degli alunni e dei collaboratori scolastici, la Comunità Pastorale San Gregorio Magno e gli oratori, i volontari della Protezione Civile e della Pro Loco, nonché tutte le associazioni che offrono un contributo indispensabile per la realizzazione delle molteplici attività ricreative, culturali, sportive, socio-assistenziali e ambientali che animano rendendo sempre più viva la nostra comunità”.

Copyright @2018