Busto si impone 3-1 (25-18, 23-25, 25-18, 25-20)
Orgoglio Uyba: vittoria nella sfida infinita con Modena / Le foto del match

Con Orro e Botezat insuperabili a muro, la Uyba, trascinata dai 20 punti della top scorer Diouf, ritorna al successo in campionato

GIOGARA

Igor Mutinari

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Tre punti d’oro. La Unet E-Work Busto Arsizio interrompe la propria striscia negativa in campionato e, dopo tre stop consecutivi, conquista una preziosissima vittoria contro una diretta avversaria. Le farfalle di coach Mencarelli al PalaYamamay hanno la meglio su Modena per 3-1 (25-18, 23-25, 25-18, 25-20) dando una dimostrazione importante di essere tornate in palla e di non aver subito ritorni dalla sconfitta di Filottrano dando anzi seguito alla vittoria in Coppa Cev. Inizia nel migliore dei modi la settimana di un triduo fondamentale per il prosieguo del campionato: mercoledì a Bergamo e domenica ancora al PalaYamamay contro Monza cercheranno di dar seguito alla prestazione messa in campo contro la squadra di Fenoglio.

Nel quarto confronto stagionale tra campionato e Coppa Italia le biancorosse battono quindi le emiliane per la terza volta e l’unica sconfitta patita, quella nell’andata di Coppa Italia, è stata indolore.

Mencarelli deve rinunciare ancora a Beatrice Berti nel giorno del suo compleanno, ma trova in Botezat un’ottima sostituta, dominante a muro e meritatamente premiata come mvp. Fenoglio, invece, delle tre neo arrivate Mingardi, Abbott e Pietersen può schierare solo la schiacciatrice olandese. Le farfalle alla fine subiscono solo nel secondo set, mentre per il resto del match danno l’impressione di essere sempre in controllo di una partita un po’ strana fatta di alcuni momenti di volley di alto livello con attacchi spettacolari e difese estreme e di altri in cui si sono visti degli errori evitabili.

Già detto di Botezat, molto bene Orro che segna di suo 6 punti e manda in doppia cifra quattro delle sue attaccanti: la stessa centrale con 12 punti, Diouf top scorer con 20, Gennari con 15 e Bartsch recuperata in extremis con 13. Impietoso il confronto a muro dove le farfalle dominano con 12 punti a fronte dei 4 delle modenesi.

Prosegue il tour de force per le farfalle che giocheranno ogni tre giorni praticamente sino alle final four di Coppa Italia. Mercoledì 17 gennaio alle 20.30, difatti, Stufi e socie saranno di scena a Bergamo per la quarta giornata di campionato.

Le voci del post partita

“Entrambe le squadre hanno rischiato molto – l’esordio di Alessia Gennari – per questo si sono visti alcuni errori. Nelle ultime partite abbiamo avuto un calo fisico, ma ora abbiamo ritrovato il nostro ritmo e la nostra aggressività. Non dobbiamo mai sottovalutare nessuno”.

“La partita è stata un po’ incostante – il commento a caldo di coach Mencarelli – con momenti di bellissima pallavolo e altri bui. In un periodo fitto di impegni, siamo stati bravi a chiudere nel più breve tempo possibile. In una stagione in cui stiamo raccogliendo tanto, perdere a Filottrano ci ha un po’ demoralizzato, ma siamo stati bravi a riprenderci. Botezat? È una sorpresa solo per chi non la conosce. Anche se non in condizioni ottimali, ha dimostrato in campo il suo ottimo lavoro quotidiano”.

Pagelle: Orro 7, Diouf 7, Botezat 7,5, Stufi 6, Gennari 7, Bartsch 6,5, Spirito 6,5. All. Mencarelli 7.

La partita

In piena emergenza data l’assenza di Berti, coach Mencarelli recupera in extremis l’acciaccata Bartsch. Lo starting six è quindi composto da Orro in diagonale con Diouf, Botezat e Stufi al centro, Gennari e Wilhite in banda, Spirito libero. Fenoglio risponde con Ferretti-Barun, Garzaro-Heyrman, Bosetti-Montano, Leonardi. Farfalle in biancorosso, emiliane in bianconero.

Primo set: Busto parte come meglio non potrebbe (4-0) e resiste ai tentativi di rimonta modenesi. La squadra di Fenoglio si appoggia principalmente su Barun, ma quando la croata incappa nel muro di Orro il 20-14 il destino del set pare segnato. A chiudere poi ci pensa Botezat con l’ace del 25-18.

Secondo set: Le emiliane approcciano in maniera ben diversa il parziale (3-8) ma presto ricascano negli errori del primo set (7-8). Modena prova ancora a scappare via (12-15). Diouf però riporta la situazione in parità a quota 18 per un finale punto a punto. La Uyba si prende un break (22-20) che Modena annulla e con un parziale di 0-4 conquista due set-point e chiude (errore al servizio di Piani) sul 23-25.

Terzo set: Le farfalle provano a ricompattarsi dopo il cambio campo (4-0)- Una serie di errori biancorossi sul turno di servizio di Ferretti ribaltano il tutto (7-9). Pan per focaccia: Botezat sul turno di battuta rimette avanti le sue fino al 17-13 griffato Stufi. La squadra di Mencarelli non si ferma più approfittando degli errori avversari (25-18).

Quarto set: Spinta dal poker in avvio di Gennari, la Uyba prova subito a scappare (5-2) ma Modena, ad un passo dalla sconfitta rialza la testa prendendosi un buon break (6-8). Diouf riallunga ancora sino al 14-11 ma la ex Garzaro riacciuffa subito il pari. Quando sembra tutto scritto per un finale combattuto (20-19) le padrone di casa allungano ancora guidate da capitan Stufi: a sugellare la vittoria piena ci pensa Orro a muro (25-20).

Tabellino
Unet E-Work Busto Arsizio – Liu-Jo Nordmeccanica Modena 3-1 (25-18, 23-25, 25-18, 25-20)
Unet E-Work Busto Arsizio: Piani, Stufi 8, Badini ne, Spirito (L), Gennari 15, Dall’Igna ne, Orro 6, Wilhite, Diouf 20, Bartsch 13, Negretti, Chausheva ne, Botezat 12. All. Mencarelli, 2° Musso. Battute vincenti: 7 (3 Bartsch), errate: 7. Muri: 23 (6 Botezat, 5 Orro)
Liu-Jo Nordmeccanica Modena: Garzaro 6, Pietersan 6, Heyrman 12, Leonardi (L), Montano 1, Vesovic ne, Bosetti C. 8, Ferretti 1, Pistolesi, Calloni, Pincerato, Barun 19, Bisconti. All. Fenoglio, 2° Schiavo. Battute vincenti: 1, errate. 11. Muri. 4
Arbitri: Braico e Pozzato
Durata set: 24′, 30′, 23′, 26′: 103′
Spettatori: 2509.

Risultati
Uyba-Modena: 3-1, Pesaro-Legnano 3-0, Conegliano-Filottrano 3-0, Scandicci-Monza 3-1, Novara-Firenze 3-0, Casalmaggiore-Bergamo 2-3.

Classifica
Conegliano 38; Novara 35; Scandicci 30; Unet E-Work Busto Arsizio 28; Monza e Pesaro 22; Modena 21; Firenze e Casalmaggiore 14; Bergamo e Legnano 11; Filottrano 6.

La Futura sa solo vincere

Dice bene l’ennesimo derby alla Futura Volley di coach Lucchini che espugna il campo di Orago con un nettissimo 0-3 (10-25, 14-25, 8-25) e si conferma in testa al campionato di B2 conquistando anche l’accesso ai quarti di finale di Coppa Italia. In classifica, complice il punto perso a Romagnano nella vittoria ottenuta solo al tie break con Varese, le biancorosse allungano ancora raggiungendo un buon +7 sulle piemontesi ad una partita dal termine del girone di andata.

Copyright @2018