L’iniziativa del Gruppo Kasanova per incentivare i consumi
“Paghi come una volta. Ci fidiamo di te, basta la tua parola”

Ritornare al passato per gestire il presente, in attesa di costruire il futuro

????????????????????????????????????

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ritornare al passato per gestire il presente, in attesa di costruire il futuro.

Non si tratta di un gioco di parole, ma della sintetica descrizione di un’iniziativa promossa da Kasanova (un’azienda di Arcore specializzata nella vendita di prodotti per la casa) la cui finalità è quella di dare concretamente una mano sia ai negozianti, sia ai loro clienti.

Nell’immediato Dopoguerra, quando i bisogni erano tanti e i soldi a disposizione per soddisfarli pochi, era molto diffuso l’utilizzo del “libretto della spesa”.

In pratica, un “quaderno” su cui veniva segnato l’importo della merce acquistata in un determinato negozio da parte di un certo cliente e che quest’ultimo si impegnava a pagare … a rate.

Il titolare dell’esercizio commerciale “fidelizzava” così lo stesso cliente (a corto di quattrini) e contemporaneamente si garantiva un flusso di risorse in entrata che gli permetteva di tenere aperta la propria attività.

Una “soluzione” semplice, immediata ed efficace.

La drammatica carenza di liquidità nelle tasche di un gran numero di persone, causata dal lockdown provocato dall’epidemia che ha flagellato (e continua a flagellare) l’Italia in generale e la Lombardia in particolare, ha ridato attualità al cosiddetto “libretto della spesa”.

Ne è convinto Maurizio Ghidelli, amministratore delegato di Kasanova, che ha lanciato il progetto “Conto Aperto”.

Nel Dopoguerra, quando il denaro scarseggiava, i negozianti facevano credito ai propri clienti con un libretto di consumo, un vero e proprio atto di fiducia nei confronti del consumatore. Venivano annotati i vari acquisti e i versamenti effettuati nel tempo, per ammortizzare via via la spesa – precisa lo stesso Maurizio Ghidelli -.  ‘Conto Aperto’ si basa sullo stesso principio, perché a volte proprio dal passato scaturiscono idee innovative, con opportuni aggiornamenti“.

Kasanova è il primo gruppo retailer in Italia nel settore dei casalinghi: leader di mercato  nella vendita di prodotti per la casa.

La storia di Kasanova comincia nel 1968, intrecciandosi con quella della famiglia Fontana e della sua fondatrice: la signora Giannina.

Il 1994 è l’anno di svolta decisivo per la società, con l’ingresso di Maurizio Ghidelli – oggi ad del gruppo – e la nascita del primo brand Kasanova.

Kasanova S.p.A. nasce nel 2016, raccogliendo l’eredità della società storica F.lli Fontana e mantenendo intatta la filosofia originaria dell’azienda fatta di passione, coesione, servizio.

Concretamente, come funziona “Conto Aperto”?

Il cliente troverà in ciascuno degli oltre 500 negozi del gruppo un elenco di prodotti “Conto Aperto” (dalle pentole ai piatti, dai bicchieri agli elettrodomestici) che potrà comprare sborsando “solo” l’acconto indicato sul cartellino e impegnandosi a pagare il resto dell’importo entro il 31 dicembre 2020.

Il nostro è un atto di fiducia nei confronti di chi è in difficoltà economiche in questo periodo così complicato – spiega Maurizio Ghidelli -. Questa formula può svolgere anche un’importante funzione sociale. È la rivincita del localismo, del cliente che ha piacere a recarsi in negozio anche per scambiare quattro chiacchiere, per socializzare, per sentirsi parte di una comunità. E ci guadagniamo tutti, sotto ogni punto di vista“.

L’iniziativa socio-economica “Conto Aperto” prevede inoltre una serie ulteriore di agevolazioni che si basano sul rapporto di fiducia venditore-consumatore.

Lo slogan scelto dall’azienda per promuovere il progetto si condensa in questa formula: “Paghi come una volta. Ci fidiamo di te, basta la tua parola”.

Con i tempi che corrono, non è poco.

Copyright @2020