NEL WEEKEND
Il Palayamamay accoglie il “Festival Mediterraneo”

Prima edizione della kermesse organizzata dall’associazione Calabro Lombarda e patrocinata dal Comune di Busto. Tradizione, gastronomia e musica del Mezzogiorno; sabato sera concerto del noto cantante Mimmo Cavallaro

GIOGARA

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Eccellenza enogastronomica, tradizione, cultura e concerti. Sono gli ingredienti della prima edizione del “Festival Mediterraneo”,  che sarà ospitato al Palayamamay nel prossimo weekend, da venerdì 14 a domenica 16 settembre. L’evento è organizzato dall’associazione Calabro Lombarda e patrocinato dal Comune di Busto.

“È un bellissimo omaggio al Mezzogiorno, in particolare alle tradizioni enogastronomiche e culturali del Bel Paese. Ci aspettiamo un grande afflusso di persone”, ha affermato l’assessore al Marketing Territoriale, Paola Magugliani. Sabato sera,  si terrà la serata clou dedicata alla Calabria: in particolare c’è grande attesa per il concerto di Mimmo Cavallaro, alle ore 21, uno dei maggiori rappresentati della musica calabrese, con all’attivo centinaia di concerti in piazze stracolme di pubblico, sottolinea il consigliere comunale Orazio Tallarida.

Il “Festival Mediterraneo” sbarca a Busto dopo essersi svolto per anni a Rho: “Per motivi legati alla nuova normativa sulla sicurezza  degli eventi – ha spiegato Salvatore Tolomeo, presidente dell’associazione Calabro Lombarda e rappresentante in Italia dei ‘Calabresi nel mondo’ – sarà accolto quest’anno dal Palayamamay dove verrà allestita anche un’area ristoro ed uno spazio per le bancarelle”.
“È una richiesta che abbiamo accolto con grande entusiasmo perché mette in mostra le eccellenze della cultura mediterranea”, commenta Luca Pinto, responsabile eventi del Palayamamay.

Nella serata di sabato, il programma prevede alle 18 la presentazione delle virtù di un prodotto tipico calabro, il bergamotto, alle 20 la sfilata di moda a cura della stilista Azzurra Di Lorenzo e sarà presente anche l’associazione “ Cassiodoro” dedicata a colui che ideò per primo le radici della dieta mediterranea nel 1200. Tra le curiosità, ci sarà una rappresentanza del comune di Bivongi, denominato il borgo delle longevità, situato tra Catanzaro e Reggio Calabria, che desta particolare interesse in quanto l’età media dei suoi abitanti è di 100 anni. Il segreto? L’aria buona, la vicinanza del mare e il consumo giornaliero di prodotti agricoli della terra.

La serata di venerdì sarà dedicata alla Sicilia,  in particolare alle donne, con la presenza del maestro Alex Gasparotto che narrerà la storia delle più note artiste del Sud Italia, mentre la serata di domenica sarà incentrata sulla Campania e avrà come ospite il noto cantautore napoletano Gianni Celeste.
Biglietto d’ingresso: euro 5,50 nelle giornate di venerdì e sabato (apertura dei cancelli alle 17.30); domenica euro 12.

Copyright @2018