ITALIA-RUSSIA 23-30
Pallamano, non basta il PalaYamamay: l’Italia cede alla Russia

In un PalaYamamay vestito a festa la nazionale italiana di Pallamano perde con la Russia nelle qualificazioni agli Europei 2020

Igor Mutinari

busto ars

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Non basta il PalaYamamay delle grandi occasioni (3200 presenti tra cui il presidente della Uyba Giuseppe Pirola) per spingere gli azzurri all’impresa titanica. Nella quinta giornata del girone 7 delle qualificazione agli Europei 2020 l’Italia resta fino a pochi minuti da termine in partita (21-22) mettendo alla corda la fortissima Russia che nelle ultime battute del match però allunga e vince 23-30. Al fischio finale la bombonera bustocca (foto figh.it) tributa un significativo e caloroso applauso agli azzurri di coach Trillini.

Proprio il pubblico accorso in viale Gabardi è la nota lieta dell’evento: mai si era visto in Italia un pubblico così numeroso e caloroso per una partita di pallamano. Bravi gli organizzatori (Pallamano Cassano Magnago e FIGH col patrocinio della regione Lombardia e del comune di Busto Arsizio) a credere nella location che li ha ripagati con un colpo d’occhio incredibile e un livello di decibel altissimi.

L’Italia si conferma al terzo posto in classifica con due vittorie e tre sconfitte e resta comunque in lizza per la qualificazione (passano le prime due di ciascun girone ma anche le quattro migliori terze). Gli azzurri proveranno a centrare l’obiettivo il 13 Giugno in Ungheria nell’ultima partita del girone.

Il film della partita
In un PalaYamamay vestito a festa gli azzurri si appoggiano sulle parate di Ebner per restare avanti nelle battute iniziali. La compagine russa a metà del primo tempo cambia marcia e scappa (9-12) per arrivare all’intervallo con un buon vantaggio (10-14).
La Russia alla ripresa del gioco non è in vena di sconti (12-17) ma Maione e compagni recuperano punto su punto e tornano a contatto (21-22) a 12 minuti dal termine. I russi non si scompongono e trovano nuove energie per allungare definitivamente (21-24 e 22-27) per chiudere la contesa sul 23-30 meritato ma troppo impietoso per quanto visto a Busto Arsizio.

Le voci del post partita
Coach Riccardo Trillini: “Riempire un palazzetto così per noi era una sfida importante e ci siamo riusciti, è merito della squadra e di chi lavora dietro le quinte”.

Il tabellino
Italia-Russia 23-30 (10-14)
Italia: Ebner, Moretti 2, Bulzamini 1, Maione, Savini, Sonnerer 4, Bronzo, Volarevic, Arcieri 1, Argentin, Iballi 2, Dapiran 4, Stabellini 3, Babic. Parisini 6, Skatar. All.: Trillini.
Russia: Grams, Kisilev 8, Shishkarev, Kovalev 1, Shkurinskiy, Gorbok, Santalov 3, Gorpishin, Kalarash 2, Dibirov 6, Kotov 1, Mikhalin 1, Soroka, Kireev, Zhitnikov 6, Kosorotov 2. All: Koksharov.
Arbitri: Argyris (CIP) e Mouttas (CIP)
Spettatori: 3200.

Copyright @2019