Tutto a soqquadro, bottino magro
Paola Reguzzoni trova la casa devastata dai ladri

Non è escluso che i malviventi abbiano agito più per compiere un dispetto e provocare un danno alla persona e non per effettuare un furto vero e proprio. La denuncia è stata raccolta dai carabinieri. L’irruzione a casa dell’esponente leghista è avvenuta tra le 10 e le 11 di lunedì 30 luglio

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Alcuni malviventi sono entrati nell’abitazione di Paola Reguzzoni, ex assessore ed ora consigliere comunale di Busto, compiendo una vera e propria devastazione. L’incursione a casa dell’esponente leghista è avvenuta tra le 10 e le 11 di lunedì 30 luglio, quando nell’appartamento non c’era nessuno. I genitori della Reguzzoni, che abitano al piano di sotto, non si sono accorti di nulla.

Un’ora di pura follia” così la definisce la stessa consigliera comunale, che affida alla sua bacheca di Facebook il proprio sfogo. I ladri hanno buttato tutto per aria, rompendo diversi oggetti, stracciando foto e documenti personali della Reguzzoni, devastando e “imbrattando tutto quello che potevano”. I malviventi, forse alla ricerca esclusiva di oro e preziosi, sono stati disturbati nella loro azione dal rientro dei proprietari, tant’è che hanno lasciato sui mobiletti contanti e oggetti di valore. Un bottino davvero magro che è nulla in confronto alla devastazione compiuta in casa. La denuncia è stata raccolta dai carabinieri. Non è escluso che i malviventi abbiano agito più per compiere un dispetto e provocare un danno alla persona e non per effettuare un furto vero e proprio.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA