Prima conviviale per il “pres” Massimo Tosi
Paolo Paci porta i panathleti in vetta al Monte Bianco

Paolo Paci, giornalista e relatore della conviviale di febbraio del Panathlon Club La Malpensa, ha raccontato storie e segreti del Monte Bianco, la cima più alta d’Europa con i suoi 4.810 metri. Paci ha portato ai soci panathleti una visione laica e onesta del Monte Bianco...

Ottavio Tognola

olgiate olona

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Paolo Paci, giornalista e relatore della conviviale di febbraio del Panathlon Club La Malpensa, ha raccontato storie e segreti del Monte Bianco, la cima più alta d’Europa con i suoi 4.810 metri. Paci ha portato ai soci panathleti una visione laica e onesta del Monte Bianco, sgrossando la montagna dai lirismi e dai superlativi convenzionali, su cui ancora nel nostro secolo si struttura il linguaggio del marketing.

Il libro scritto da Paolo Paci, vincitore del premio “Bancarella Sport 2019”, è stato snocciolato in sue diverse sfaccettature nel meeting tenutosi al Ristorante Club Idea Verde di Olgiate Olona. A tutti gli effetti, questo è stato il primo meeting del neo presidente del Panathlon Club La Malpensa, Massimo Tosi, con la presentazione anche di quattro nuovi soci: Cesare Cerana, Sergio La Torre, Giorgio Piazza e Gabriele Gianduia.

Un sogno immenso, luminoso ed esaltante quello di Paolo Paci, attraverso il “Tour du Mont Blanc” in chiave contemporanea ,raccogliendo vecchi e nuovi racconti sui tre versanti del massiccio: italiano, francese e svizzero.

Un lungo viaggio quello dell’alpinista-giornalista di viaggio nella memoria remota, nella natura spettacolo, nell’arte e nel pensiero. Un’esperienza raccontata in compagnia di esploratori, alpinisti celebri come Bonatti, Desmaison, Destivelle, sciatori e guide alpine, pastori e agricoltori, poeti e scienziati. Uomini e donne che nei secoli hanno saputo trasformare uno dei luoghi più inospitali del Vecchio Continente in una straordinaria opportunità di vita.

Copyright @2020

NELLA STESSA CATEGORIA