HA 25 ANNI
Paolo Pedotti è il nuovo segretario del Pd di Busto

Vincenzo Peluffo si impone su Eugenio Comincini e diventa segretario regionale dei democratici

Riccardo Canetta

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Paolo Pedotti è il nuovo segretario del Partito Democratico di Busto Arsizio. Dopo il trentenne Maurizio Artusa, dimessosi nelle scorse settimane, la sezione di viale Repubblica sarà guidata da un militante ancor più giovane: Pedotti, studente in Finance and Economics, infatti, ha solo 25 anni ma alcune importanti esperienze alle spalle, sia a livello di politica cittadina che universitaria.

Domenica il candidato unico e la sua lista “Crescere, insieme” hanno ottenuto 84 preferenze tra gli iscritti (su un totale di 91 votanti).
Nello stesso giorno in Lombardia si è tenuto il congresso per eleggere il segretario regionale.
Il successore del senatore Alessandro Alfieri è Vincenzo Peluffo che, con 16.397 preferenze (il 60,9 per cento del totale), ha superato Eugenio Comincini, fermo a 10.517 voti (39 per cento).

Anche a Busto Peluffo, con 69 voti (65 per cento), ha avuto la meglio su Comincini (37 voti, 35 per cento). Quest’ultimo era il candidato dell’area più vicina a Renzi. Con il nuovo corso, dunque, si segnala un cambiamento nella sezione bustocca rispetto alle primarie di carattere nazionale del 2017, in cui Renzi ottenne oltre il doppio dei consensi rispetto agli sfidanti Orlando ed Emiliano.

Sempre a proposito di Busto, a fianco del neo-segretario Pedotti sono stati eletti 22 componenti nel nuovo direttivo di circolo, metà donne e metà uomini: Berti Maria Catia, Corrieri Edoardo Vincenzo, Berutti Lucia Cinzia, Devastato Giovanni, Cristina Maria Angela, Di Paolo Ovidio, D’Adda Erica, Garetti Giuseppe, Matarrelli Monica, Grandi Alberto, Peverati Chiara, Maggioni Carlo, Peverati Isabella, Morelli Roberto, Rivolta Adriana, Murvana Guido, Rosin Loredana, Pernich Olivio, Sardara Rebecca, Picco Bellazzi Walter, Verga Valentina e Verga Angelo, a cui si aggiungono di diritto i consiglieri comunali Massimo Brugnone e Valerio Mariani.

Tra i punti salienti della mozione rientrano “la ripresa dell’iniziativa politica in città, allargando il campo della partecipazione ai circoli dei comuni limitrofi e alle realtà civiche associative, la difesa dell’ambiente, da affrontare anch’essa con un approccio ampio e sovra-comunale, la necessità di recuperare i rapporti con il mondo del lavoro e le sigle sindacali, il coinvolgimento delle donne e dei giovani, coadiuvando formazione e rinnovamento, la volontà di delineare un nuovo paradigma per l’amministrazione della città, ponendo le basi per la costruzione di una coalizione di centrosinistra ampia e inclusiva”.

“Un grande ringraziamento a tutti gli 84 iscritti che oggi mi hanno votato come nuovo segretario del Partito Democratico di Busto Arsizio e a tutti i 110 elettori bustocchi e bustesi che hanno partecipato alla consultazione elettorale regionale – le prime parole da segretario di Pedotti, già vicesegretario del Pd Busto, ex delegato scuola e università nell’esecutivo regionale dei Giovani Democratici ed ex rappresentante degli studenti di lungo corso, prima al Liceo Scientifico Arturo Tosi e poi all’Università degli Studi di Milano dove è stato anche consigliere d’amministrazione –. Mi impegnerò affinché le aspettative non siano deluse, ricercando la più ampia condivisione possibile dentro e fuori le ‘stanze’ del partito. Una giornata di discussione e di partecipazione è una giornata di festa per la democrazia, sempre”.

Sempre domenica, Giovanni Corbo è diventato segretario provinciale, raccogliendo il testimone di Samuele Astuti, ora consigliere regionale. Eletti nell’assemblea provinciale sei delegati del circolo bustocco: Picco Bellazzi Walter, Carosella Alessandra, Grandi Alberto, Crespi Ilaria, Martucci Sebastiano e Peverati Chiara.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA