COMPLETATO IL RESTYLING
Il “nuovo” parcheggio Giussano è più tecnologico e green

Nuova cassa automatica di ultima generazione ed illuminazione a led con risparmio energetico. Nei prossimi mesi tocca ai parcometri

Il sindaco Emanuele Antonelli con Alessandro Della Marra, presidente di Agesp Attività Strumentali

Riccardo Canetta

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Nuovo look per il parcheggio Giussano. Terminati i lavori di restyling, da oggi abbonati e utenti occasionali possono tornare a utilizzarlo nelle consuete fasce orarie.
La novità più evidente riguarda la cassa automatica: la nuova struttura di ultima generazione consente il pagamento anche tramite carte di credito e bancomat, è provvista di uno schermo touch screen (con la possibilità di selezionare le principali lingue europee ma anche il cinese) e permette la lettura contactless dei biglietti.
Sostituti anche i gates di entrata e uscita, così come le aste a barriere. Rinnovate, inoltre, la segnaletica orizzontale e verticale.
Significativa, dal punto di vista ambientale, la rivisitazione dell’intero impianto di illuminazione: tutte le luci sono state sostituite con nuove apparecchiature a led a basso consumo energetico.

L’intervento in via Alberto da Giussano – che ha una capienza di 197 posti – segue quelli nei posteggi Einaudi, Venzaghi e Ferrucci e Monti presso le Ferrovie Nord.
“L’utenza ci chiede queste ristrutturazioni – osserva Alessandro Della Marra, presidente di Agesp Attività Strumentali, affiancato dal direttore generale di Agesp Spa Gianfranco Carraro –. Busto Arsizio, una delle prime città della Lombardia, necessita di strumenti all’avanguardia, come la nuova cassa automatica di ultima generazione. Il tutto in un’ottica green, come dimostrano i lampioni e i dispositivi a basso impatto ambientale”.

Le prossime novità riguarderanno i parcometri: è infatti in fase di espletamento la gara europea per la sostituzione delle 37 strutture cittadine con macchine alimentate a pannelli solari, dotate di tecnologia contactless e con la possibilità di pagamento elettronico.
Agesp intende proseguire con gli investimenti nella tecnologia anche perché, rivela il responsabile dei parcheggi Marco Quarantotto, sono tra le 4.500 e le 5mila le persone che ogni mese pagano il posteggio tramite app, con un introito per la società di 60mila euro annui su un totale di un milione e mezzo (contando i 1.425 posti all’interno dei parcheggi a sbarre e i 795 lungo le strade).
Soddisfatto il sindaco Emanuele Antonelli: “Il mio grazie ad Agesp, che sta dando seguito all’impegno di rinnovare tutti i parcheggi cittadini”.

Copyright @2020