Parlano i fatti e non le mezze parole

A parlarne si diventa antipatici. Non farlo, si scade nel dimenticatoio. Una via di mezzo, non c'è. Meglio affidarci a un bilancio, magari da Natale a oggi, sei mesi circa, poi ciascuno dica la propria (oppure la tenga per sé). Sono i fatti che contano, non le mezze parole...

Gianluigi Marcora

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

A parlarne si diventa antipatici. Non farlo, si scade nel dimenticatoio. Una via di mezzo, non c’è. Meglio affidarci a un bilancio, magari da Natale a oggi, sei mesi circa, poi ciascuno dica la propria (oppure la tenga per sé). Sono i fatti che contano, non le mezze parole o i commenti senza risposta, fatti nell’antro delle proprie case o, peggio, i silenzi colpevoli e l’indifferenza osteggiata. Sul tappeto ci sono questi argomenti: il nostro online, CUORE di BUSTO, Tepy… una favola vera, Resto Qui! e VOLARE.

Dicono che siamo come la… Juventus e dirlo a un milanista come me, sembra un “insulto”, ma è ovvio, a vincere tanto si diventa antipatici, ma a rimanere nelle retrovie come il Milan o l’altra squadra di Milano, non si fa certo bella figura.

Il nostro online, nel periodo succitato ha quadruplicato i contatti (tabelle alla mano). Il merito è dei nostri bravi “conduttori” con Alberto Tovaglieri in testa, ma con gran merito di Alessio Murace e Riccardo Canetta che gestiscono al meglio i collaboratori esterni e il lavoro di redazione. Unica “pecca” (diciamolo, orsù) è la scarsezza degli inserzionisti. Ci fosse solo un rapporto attivo fra costi e pubblicità, il giornale si manterrebbe da solo, invece, i costi di gestione non sono supportati dagli introiti pubblicitari.

Siccome però il nostro obiettivo è quello di “tirare la riga” a fine anno e avere il Bilancio in attivo, quel che conta è che l’entrata deve essere superiore dell’uscita, per “stare in piedi”. Ecco che a questo punto entrano in gioco i libri. Non solo i libri miei o quello edito da noi (CUORE di BUSTO, libro fotografico di Marino Bianchi), ma quelli scritti da Luciano Landoni (Monografie Aziendali e Romanzi Industriali).

Proprio a questo punto (e lo diciamo apertamente) tutto ciò, a cui si aggiunge il nostro Premio Letterario giunto all’OTTAVA Edizione) ci permettono di mantenere vivo il sacrosanto slogan di Francesco Crepaldi che dice “senza l’[email protected], la città sarebbe all’oscuro“. Non trascuriamo certo l’opera di Massimo Castiglioni che “si sbatte” fra “creazioni editoriali” e Premio Letterario, presentando una facciata ottimale.

 CUORE di BUSTO, a Natale ha avuto un successo strepitoso: lo riproponiamo pure per il Natale 2017… è una strenna a cui è impossibile rinunciare per chi vuol scoprire Busto Arsizio e per chi vorrebbe scoprire luoghi e tesori di Busto Arsizio (chi non ha visto CUORE di BUSTO sta ridendo a crepapelle; chi invece lo ha fra le mani, sa che stiamo dicendo la verità). Ride bene chi ride ultimo… ricordate?

Siamo a “Tepy… una favola vera” – grazie agli sponsor, all’Amministrazione comunale (Sindaco Emanuele Antonelli e Assessore alla Cultura, Paola Magugliani), la FAVOLA è andata in mano a tutti i bambini della Scuola dell’Infanzia, delle Elementari e delle Medie Inferiori per circa 10.000 bambini (qualcuno dice di non aver ricevuto la FIABA e lo invitiamo a fare rimostranza, prima agli insegnanti, poi in Assessorato), tanto da ripetere la stessa iniziativa “ideata” dall’allora Sindaco Gigi Farioli e dall’allora Assessore alla Cultura, Mario Crespi, con identica tiratura e identica distribuzione (altri 10.000 bambini con la stessa FIABA).

Siamo a Resto Qui! – il nostro libro inchiesta su Busto e… Italia di cui si sono fatte due Edizioni. Manco a dirlo, il libro ha riscosso un lusinghiero successo (non vogliamo “sparare” aggettivi roboanti) e ha pure vinto il “Premio della Giuria” a un Concorso Letterario Nazionale. Non citiamo i libri precedenti.

Siamo al recentissimo VOLARE apparso a fine marzo 2017 in tutte le Librerie d’Italia e del Canton Ticino, con bacheca in Amazon che sta andando alla grande. Basta scrivere VOLARE + mio nome. Prima Edizione quasi esaurita e… stiamo provvedendo per la Seconda Edizione.

Sempre per parlare di Bilancio, lo ammettiamo subito: l’intero ricavato (Diritti d’Autore inclusi) dei libri va nelle casse della GMC Editore e serve per l’intera nostra attività giornalistica. La gente ama leggere i nostri libri e pensa tuttora che a investire in Pubblicità sia ancora presto. Noi però crediamo nel nostro giornale e le “lusinghe” di chi vorrebbe acquistarlo, ci lasciano indifferenti.

Non solo crediamo che… “senza l’[email protected] la città sarebbe all’oscuro“, ma pure che senza… l’[email protected], anche noi avremmo seri problemi di… esistenza. Quindi avanti, avanti tutta, con passione e con voglia di difendere il nostro Territorio. E’ “amaro” chiudere l’Editoriale con la ….Juventus che vince tutto in Italia con il bel gioco, ma di fronte alla verità, ci vuole solo verità; quindi possiamo ben comprendere che, nonostante gli ottimi risultati, colleghi e “gente del ramo” nemmeno ci prendono in considerazione. Fa nulla: siamo in mano alla gente e, sino a quando la gente ci legge e ci consente un Bilancio attivo, l’avventura iniziata nel 1980 ….caspita siamo a 37 anni …(li dimostriamo?) può continuare e, nonostante tutto, crediamo che “la salute e l’armonia regnano sovrane“. Per favore, non fateci pentire.

State con noi!

Copyright @2017

DALLE RUBRICHE