Calcio dilettanti - prima giornata
Partenza sprint di Busto 81, Beata e Borsanese. Pari Antoniana e Cas

Nella prima giornata di campionato partono nel migliore dei modi Busto 81, Beata Giuliana e Borsanese. Pareggio per il Cas nell'esordio in Promozione e per l'Antoniana. Sconfitta per la San Marco

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La stagione 2019/2020 dei campionati di calcio dilettantistici è ufficialmente iniziata. In campo tutte le squadre bustocche che militano nei campionati compresi fra l’Eccellenza e la Seconda Categoria. Lo start del girone di Terza Categoria di Ardor e San Filippo è invece fissato per il 22 settembre.

Eccellenza

Vergiatese-Busto 81: 1-3

Buona la prima per il Busto 81, che supera con un netto 3 a 1 la neopromossa Vergiatese e festeggia nel migliore dei modi il ritorno di mister Paolo Crucitti sulla panchina biancorossa. Inizio di partita pirotecnico, con i Tori che si portano avanti con il colpo di testa a incrociare dell’esperto Anzano, che celebra così il suo ritorno nel team bustocco dopo un anno di lontananza. Una manciata di minuti più tardi Becerri, dal dischetto del rigore, firma il pareggio dei granata di Vergiate. Poco prima dell’intervallo, però, Silla fotocopia il primo gol di Anzano e riporta avanti i biancorossi. Il Busto 81 sembra averne di più e, nel finale, grazie all’incursione in area di Torraca fermata in modo falloso, riesce a procurarsi il rigore che porta al definitivo 3 a 1. La firma sul sigillo finale è di Mira.

“Buona vittoria su un campo difficile. Siamo riusciti ad interpretare bene la partita e a vincere con merito. Bisogna ancora lavorare su qualche piccolo dettaglio, ma la condizione è già buona” commenta il direttore tecnico Danilo Vago.

Promozione

Cas-Uboldese: 1-1

Il neopromosso Cas esordisce in Promozione con un pari e patta contro l’Uboldese. Dopo una decina di minuti i biancoblù di mister Luciano Cau si ritrovano l’occasione per portarsi in vantaggio con un calcio di rigore. Sul dischetto va Berton, che però sbaglia; Nardone è il più rapido di tutti ad avventarsi sulla ribattuta, ma il portiere ospite compie un autentico miracolo. I rossoneri di Uboldo rispondono e scaldano i guanti i Heinzl, sempre attento. Il vantaggio bustocco arriva con Gomaa, che di rapina spinge in rete una palla vagante dopo un’azione ben costruita dal basso. Berton si procura altre occasioni, ma non riesce a regalare il raddoppio ai suoi. Nella ripresa i padroni di casa sembrano accusare di più la fatica. L’Uboldese prende campo e trova il pari sugli sviluppi di un calcio piazzato. Finale in salita per il Cas, che rimane in dieci a causa dell’espulsione di Nardone per doppia ammonizione. I sinaghini, però, gestiscono al meglio la situazione e portano a casa un pareggio agrodolce.

“Siamo in una fase dove è ancora difficile definire la prestazione. Nel secondo tempo non abbiamo giocato al meglio. Da neopromossa, strappare un pari contro una signora squadra come l’Uboldese è sicuramente positivo, ma per quanto si è visto per buona parte della gara il risultato ci sta un po’ stretto. Quando ne hai l’occasione devi approfittarne. Non ci possiamo accontentare” analizza mister Cau.

Prima Categoria

Antoniana-Ticinia Robecchetto: 0-0

Sul campo di via Ca’ Bianca succede di tutto, ma fra Antoniana e Ticinia Robecchetto finisce incredibilmente a reti inviolate. Pronti via e gli ospiti milanesi, al 15’, si ritrovano l’occasione per passare in vantaggio dagli undici metri, ma il portiere bustocco ipnotizza l’attaccante avversario. Stesso risultato a parti invertite, quando i giallorossi di mister Mirko Colombo falliscono anche loro un calcio di rigore. Sul finale del primo tempo l’Antoniana riesce a procurarsi altre palle gol, ma non riesce a pungere. Nella ripresa la condizione atletica di inizio campionato inizia a farsi sentire, i ritmi calano e nessuna delle due squadre riesce a sbloccare il risultato nonostante le diverse occasioni da entrambe le parti.

“Fisicamente eravamo più indietro dei nostri avversari, ma nonostante ciò abbiamo avuto le nostre occasioni. Siamo consapevoli che dobbiamo ancora crescere” ammette mister Colombo.

Folgore Legnano-San Marco: 2-0

Esordio complicato per la San Marco guidata dal duo Torretta-Efrem, che in questa prima giornata di campionato deve arrendersi per 2 a 0 alla Folgore Legnano, formazione con tutte le carte in regola per poter ambire a riconfermarsi anche quest’anno in zona playoff. Le due squadre se la giocano alla pari per tutto il primo tempo, che termina a reti inviolate, ma nella ripresa i legnanesi riescono a portarsi avanti con un tiro-cross da posizione defilata. L’occasione più nitida per i bustocchi arriva con un traversone di Roncato; Inzaghi riesce a smarcarsi bene in area e colpisce la sfera di testa, in tuffo, ma la conclusione sfiora soltanto il gol. Al novantesimo, con i bustocchi riversati in avanti alla ricerca del pari, la Folgore riesce a costruire il contropiede vincente che sigla il definitivo 2 a 0.

“Sento che meritavamo di più. Non posso rimproverare niente ai ragazzi, loro ci hanno messo grinta e impegno, ma abbiamo preso il gol dell’1 a 0 su un episodio abbastanza fortunato. Ce la siamo giocata alla pari fino alla fine” commenta mister Efrem.

Seconda Categoria

Beata Giuliana-Sant’Ilario Milanese: 5-0

Il Beata Giuliana passeggia contro il Sant’Ilario Milanese e vince con un sonoro 5 a 0. Partita a senso unico, dominata dall’inizio alla fine dai ragazzi di mister Alfredo Rossetti, che passano in vantaggio dopo una ventina di minuti con il tapin di Izzo sul tiro di Burgos. Burgos che poco dopo trova anche la gioia del gol con una conclusione mancina dal limite dopo aver saltato due avversari. La terza rete è firmata dal nuovo acquisto Isgrò, che appoggia in rete il cross di Izzo. Poco dopo è il turno di Rizzo, di testa, sul cross questa volta di Lofrano. Il 5 a 0 finale è invece targato Diouf (ex San Marco) che ribadisce in rete il tiro di Rizzo.

“Vittoria che fa morale. Era importante iniziare bene ed è arrivato questo risultato molto positivo, ma siamo consapevoli che la condizione è ancora da affinare” ricorda mister Rossetti.

Borsanese-Oratorio San Francesco: 2-1

Parte nel migliore dei modi la Borsanese di Davide Tomanin, che supera di misura l’Oratorio San Fancesco. La formazione ospite passa in vantaggio dopo una decina di minuti, ma i bustocchi al 20’ ripristinano gli equilibri con D’Agnano: l’attaccante biancoazzurro è bravo a crederci fino in fondo su un lancio lungo e ad anticipare, in scivolata, portiere e difensore avversario, trovando il palo più lontano. Prima dell’intervallo la formazione di Borsano accarezza il vantaggio con Durante, ma la conclusione si ferma sul palo. Il vantaggio bustocco arriva più tardi, nella ripresa, grazie alla ripartenza di Tagliabue. Nel finale i ragazzi di Davide Tomanin resistono bene agli avversari e ai crampi e portano a casa i 3 punti.

“I ragazzi ci hanno messo il massimo impegno e hanno tenuto duro fino alla fine nonostante la condizione atletica non ancora ottimale. Sono contento che il risultato ci abbia premiati” commenta mister Tomanin.

Terza Categoria

C’è ancora tempo per Ardor San Filippo che, inserite nel girone A (composto da 13 squadre) della delegazione di Varese, inizieranno il loro campionato di Terza Categoria il 22 settembre. Gli azzurri di mister Matteo Gastaldello ospiteranno in casa i Sumirago Boys, mentre i rossoblù di mister Diego De Bernardi faranno visita all’Union Oratori Castellanza.

Nel frattempo, nel primo impegno ufficiale in Coppa Lombardia di Terza Categoria entrambe le squadre sono riuscite a centrare il risultato pieno: l’Ardor si è imposto per 3 a 2 contro il Legnarello ed il San Filippo ha travolto il San Lorenzo con un tennistico 6 a 1. Il secondo turno del torneo è in programma per giovedì 12 e prevede i seguenti abbinamenti: Legnarello-San Filippo, San Lorenzo-Ardor.

Copyright @2019