RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
Partita ripetuta a Beata Giuliana. Le precisazioni della Delegazione di Legnano

La precisazione e una considerazione di Fiorello Massarotto, delegato F.G.C.I. – L.N.D.

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Alla Redazione dell’[email protected] ONLINE

ln merito all’articolo “PORTE TROPPO BASSE, TOLTA LA VITTORIA AL BEATA” apparso alcuni giorni fa e riguardante quanto successo alla Società G.S. Beata Giuliana, campionato di Seconda categoria girone “M”, desidero precisare quanto segue:

– ll Capitano ed i Dirigenti della Società Calcio Canegrate e OSL, prima dell’inizio della partita, provvedevano a segnalare semplicemente a voce all’Arbitro il contrattempo della porta. ll Direttore di gara dava corso alle misurazioni constatando la mancanza di sei centimetri in altezza della porta e dava comunque inizio all’incontro pur non essendoci le condizioni di regolarità del campo. Pertanto lo svolgimento della stessa era viziato da ERRORE TECNICO da parte dell’Arbitro.

Nessun ricorso è stato presentato dalla Società Canegrate e pertanto non si può affermare che la Giustizia Sportiva di questa Delegazione abbia accolto il ricorso della Società Canegrate per la ripetizione della gara, ma alla luce di quanto sopra riportato ed il tutto rilevabile dal referto dell’Arbitro, il Giudíce Sportivo decretava la ripetizione dell’incontro in considerazione dell’errore tecnico commesso.

Mi sembra inoltre doveroso soffermarmi brevemente su questi due articoli: “BEATA – CANEGRATE, QUANDO I PALI DELLE PORTE ERANO I MAGLIONI…,” “SAN GIOVANNI NON FA INGANNI: lL BEATA RIVINCE MA LO SPORT HA PERSO” perché mi trovano pienamente d’accordo con il loro Autore. Si dovrebbe giocare sempre con la solita genuina passione, con una mentalità leale e con la stima dell’avversario, in quanto trattasi di qualità che contraddistinguono le nostre Società di calcio.

Porgo cordiali saluti.

Fiorello Massarotto
delegato F.G.C.I. – L.N.D.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA

DALLE RUBRICHE