FABIANA ERMONI (Lista Progetto PER GORLA + VIVA)
“Pensiamo che il Comune vada gestito con buonsenso e piedi per terra”

A candidarsi per la lista “Progetto per Gorla + Viva” è Fabiana Ermoni. Si propone di “migliorare Gorla Minore a partire dal quotidiano e dai numeri”

Loretta Girola

gorla minore

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

A candidarsi per la lista “Progetto per Gorla + Viva” è Fabiana Ermoni, che si propone di “migliorare Gorla Minore a partire dal quotidiano… e dai numeri, soprattutto prima delle parole!”.

Impiegata da dodici anni nell’area gestione, pianificazione e controllo di budget, della SEA S.p.A, Società Aeroporti di Milano, Fabiana Ermoni spiega, infatti, come i numeri siano il suo pane quotidiano, e come proprio da essi si debba partire per ripensare il futuro del paese. Ad accompagnarla un gruppo formato da Rossano Belloni, Sergio Caldiroli, Fabio Cattaneo, Angelo Colombo, Cristina Costeniero, Katia Dell’Aquila in Podestà, Nicoletta Ferri, Alessandro Filippini, Federica Gabualdi, Matteo Landoni, Ivana Merlotti in Scicolone e Damiano Stipa, “donne e uomini che fanno parte di questa squadra, insieme per lavorare con obiettivi condivisi semplici e chiari; sono convinta che una squadra unita possa raggiungere traguardi importanti per tutti i gorlesi”.

“A voi cittadini spetta la scelta di come voler vivere la propria “casa”. Considerandola appunto la casa di tutti noi, pensiamo che vada gestita come si farebbe in una famiglia: col buon senso e con i piedi per terra; cosi il nostro programma – prosegue la candidata – affronta diversi temi, tra gli altri quello della pulizia, decoro e manutenzione ordinaria che intendiamo concretizzare con la sistemazione manti stradali, il costante taglio del verde, derattizzazioni, disinfestazioni e più pulizia quotidiana.

Fondamentale, poi, anche l’attenzione alle famiglie, ai giovani, agli anziani, ai disabili; è essenziale, infatti, investire sulla famiglia, aiutare le mamme lavoratrici, ascoltare e supportare i giovani con progetti specifici, anche lavorativi, e sostenere gli anziani e i disabili con proposte ad hoc e sportelli dedicati. Come sempre la sicurezza è un tema imprescindibile; a Gorla è necessario installare telecamere nei punti sensibili del territorio e varchi d’accesso per il controllo targhe, potenziare il controllo del vicinato, senza dimenticare il progetto “mille occhi sulla città”, il controllo dei parchi e la sperimentazione di app come nuovo concetto di sicurezza partecipata.

Per quanto riguarda la cultura e lo sport vogliamo proporre iniziative per tutte le fasce d’età e proposte semplici e di qualità per coinvolgere e vivacizzare l’interesse di tutti, come ad esempio Sagre, feste a tema, corsi e conferenze, concerti nei parchi, giornate agricole, giornate per lo sport; non dimentichiamo poi la riqualifica del Torakiki in ambito sportivo e l’individuazione circuito per l’allenamento dei ciclisti. Altro tema da affrontare è quello dell’ambiente: valuteremo i danni provocati al territorio comunale a partire dalle vasche di laminazione del Fontanile, per studiare possibili interventi a salvaguardia del nostro ambiente, riqualificheremo il fondovalle, effettueremo controlli delle acque e dell’aria e recupereremo i boschi con pulizia costante ed iniziative mirate alla loro vivibilità”.

Copyright @2019