Provvedimento del Gip
Perseguita e minaccia l’ex moglie, il giudice lo allontana

A un 40enne residente nella zona di Malpensa è stato vietato di avvicinarsi ai luoghi frequentati dall’ex moglie. La perseguita e la minaccia da quando sono separati

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

A un quarantenne italiano residente nella zona di Malpensa è stato vietato di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla moglie, dalla quale è separato da quasi due anni. Ex moglie che il quarantenne perseguitava da tempo.

La misura cautelare, emessa dal Gip su richiesta della Procura, è stata adottata dopo che accertamenti e indagini del Commissariato della Polizia di Stato di Busto hanno evidenziato la gravità della situazione che si protraeva dagli inizi del 2016, anno in cui i coniugi si erano separati e il marito aveva lasciato il tetto coniugale. L’uomo, tuttavia, non si è mai rassegnato alla separazione e al fatto che la moglie avesse poi allacciato una nuova relazione sentimentale, cercando con ogni mezzo di costringere l’ex a tornare da lui.

Nel corso degli ultimi mesi ha messo in atto una serie di comportamenti gravi, passando dalle offese alle minacce di morte, rivolte tanto alla donna quanto alla suocera e al nuovo compagno dell’ex moglie, agli atti vandalici e a gesti plateali e intimidatori come minacciare di suicidarsi o di trascorrere tutta la notte appostato in strada fuori dall’abitazione della donna; il tutto con il chiaro intento di gettare l’ex moglie in uno stato di forte turbamento, ansia e paura.

Ora la Polizia di Stato, che lo aveva già denunciato per atti persecutori, gli ha notificato il provvedimento giudiziario che gli vieta di avvicinarsi all’abitazione e a tutti i luoghi frequentati dalla donna.

Copyright @2017