SERIE C - 27^ GIORNATA
Piacenza-Pro Patria: 1-0. Tigrotti beffati al fotofinish

Un gol al 91' di Della Latta beffa i tigrotti, capaci per lunghi tratti di mettere all'angolo la capolista, salvata da due pali

Igor Mutinari

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Che peccato! Con coraggio e gagliardia, la Pro Patria mette alle corde la capolista Piacenza, venendo piegata e beffata 1-0 in pieno recupero dalla rete di Della Latta.

I tigrotti di Javorcic lottano ad armi pari contro la squadra emiliana che deve ringraziare, nel primo tempo, il palo sul tiro di Galli e nel secondo, pochi minuti prima del gol partita, la buona sorte sulla duplice conclusione di Ghioldi.

I biancoblù – che piangono la morte del padre di Sanè – vedono così interrotta la propria striscia positiva dopo quattro partite. I cinquanta tifosi bustocchi in trasferta devono però essere orgogliosi della propria squadra, in grado di dimostrare , semmai ce ne fosse ancora bisogno, di potersela giocare davvero con tutti. Il derby del centenario, quindi, si colora di biancorosso. Il Piacenza risponde in vetta alla Pro Vercelli, mentre la Pro Patria difende il suo settimo posto in classifica.

Davanti ai 2000 del Garilli, tra cui si vedono – e si sentono – i cinquanta bustocchi, nella prima parte del primo tempo sono i tigrotti a tenere il pallino del match: Mora sfiora il palo e Galli lo centra in pieno. Sestu e Di Molfetta provano a creare gioco, mentre l’occasionissima di Ferrari viene disinnescata da una grande parata Mangano. Nella ripresa parte forte la squadra  di casa, ma la Pro Patria, grazie all’ingresso di Santana e Mastroianni, non soffre più di tanto. Quando tutto sembra volgere allo 0-0, succede di tutto: Ghioldi ha una doppia clamorosa occasione a una manciata di secondi dal novantesimo, ma, in pieno recupero, Della Latta trova la zuccata vincente. E’ la beffa!

Il prossimo match per i tigrotti della presidentessa Patria Testa sarà domenica 24 febbraio (ore 14.30) allo “Speroni” contro l’Albisola: per l’occasione la Pro indosserà la maglia celebrativa del centenario.

Nel girone A, intanto, a Cuneo si è scritta una delle pagine più tristi della storia del calcio: il Pro Piacenza si è presentato in campo con 8 ragazzini in distinta (uno dei quali senza documenti, sostituto in campo – per arrivare al numero minimo obbligatorio – dal massaggiatore, nonché capitano e allenatore) subendo una clamorosa quanto inevitabile sconfitta per 20-0 a Cuneo. E si vocifera anche che in settimana il nuovo allenatore possa essere l’ex Lulù Oliveira, sempre che qualcuno non si decida a fermare questo scempio.

PRIMO TEMPO
Davanti ai duemila del Garilli (50 da Busto), su un terreno non in perfette condizioni, Javorcic opta per Mangano in porta con la coppia d’attacco Le Noci-Gucci, bomber bustocchi da 9 reti a testa, mentre Franzini schiera il tandem Sestu-Ferrari ma lascia l’ex di turno Terrani in panca. Tigrotti in maglia grigia, emiliani in rosso.
00′ – La Pro Patria gioca il primo pallone
05’ – Subito toccato duro Beppe-gol: Le Noci, soccorso dai sanitari bustocchi, rientra subito
09’ – Gucci in pressing viene steso al limite dell’area emiliana, ma l’arbitro lascia proseguire. Ancora lavoro per lo staff della Pro
13’ – I tigrotti provano a conquistare campo
14’ – L’ex Mora lambisce il palo su schema di calcio d’angolo: la prima occasione del match è della Pro
16’ – Lombardoni lancia lungo, Le Noci prova a colpire a fuori, ma la difesa respinge (forse con un braccio)
18’ – La Pro alza i giri: miracolo di Fumagalli su Pedone ben imbeccato da Le Noci
19’ – Sull’angolo seguente Galli da fuori centra il legno a portiere battuto, sulla ribattuta Zaro segna ma è in fuorigioco.
25’ – La Pro Patria palleggia meglio degli avversari
27’ – Provano a farsi vedere i padroni di casa, ma nessun pericolo per Mangano
31’ – I tigrotti hanno abbassato i ritmi, ma gli emiliani non riescono a creare granchè
35’ – Il primo tiro del Piacenza è di Ferrari, ma la palla, smorzata da Zaro, arriva debolmente tra le mani di Mangano
36’ – Sull’asse Di Molfetta-Sestu, Ferrari avrebbe l’occasione di pungere, ma Lombardoni se la cava
37’ – Pergreffi prova la bomba da fuori: nulla di fatto, ma il Piacenza ha preso il pallino delle operazioni
39’ – Che parata di Mangano! Sestu dalla destra trova la testa di Ferrari che da un metro sembra avere vita facile, ma ci pensa il portiere biancoblù
42’ – I pericoli del Piacenza nascono tutti sulla fascia destra
43’ – Prova a farsi vedere Pedone: si accentra dalla sinistra, avrebbe lo spazio per il tiro ma sceglie un innocuo cross
45’ – Corsinelli tenta l’eurogol, ma il pallone termina ampiamente a lato
47’ – Dopo due minuti di recupero il signor Amabile manda le squadre negli spogliatoi con il risultato ancora sullo 0-0. Il palo di Galli e la paratona di Mangano tengono ancora fermo il risultato

SECONDO TEMPO
Al rientro in campo Javorcic effettua subito la staffetta Mastroianni-Gucci, il cambio del puntero lascia il 3-5-2 invariato
00′ – Si riparte al “Garilli” dallo 0-0 del primo tempo
03’ – Ferrari cerca Marotta in area, ma Zaro anticipa tutti
05’ – Di Molfetta slalomeggia nella difesa bustocca: il Piacenza è partito forte
07’ – Primo giallo della partita per Battistini in seguito a un fallo a metà campo
08’ – Fietta prende il posto di Colombo, mentre Santana rileva Le Noci
13’ – Santana cerca il numero da fuori su imbeccata di Pedone. Il tiro è troppo alto
13’ – Di Molfetta dai venti metri cerca il tiro a giro, ma il pallone termina un metro alla sinistra del palo di Mangano
16’ – Marito Santana con un tiro-cross crea apprensione in area, per un amen non ne approfitta Mastrioianni
19’ – Entra l’ex di turno Terrani al posto di un esausto Sestu
24’ – Il Piacenza colleziona corner. Sugli sviluppi di uno di questi Pergreffi cerca il gran gol al volo, palla alta
25’ – Santana si accende: la bomba da 25 metri si spegne tra le braccia di Fumagalli
26’ – Entra il Ghioldi per Pedone, quarto cambio per Javorcic
28’ – Mastroianni prova anche lui da fuori: il suo tiro deviato viene bloccato dal portiere del Piacenza
30’ – L’ingresso di Santana ha permesso alla Pro di alzare il baricentro
31’ – Si entra nell’ultimo quarto d’ora con il punteggio ancora invariato
33’ – Perez sostituisce Di Molfetta e Corradi per Ferrari
34’ – Mischia in area Pro Patria, Mangano in uscita allontana il pallone
35’ – Sospetto tocco di braccio di Silva nell’area piacentina: l’arbitro lascia correre
37’ – Santana a tutto campo: in posizione da terzino destro Marito recupera un prezioso pallone
39’ – Il sinistro del neo entrato Corradi si spegne sul fondo
40’ – Ultimo cambio per Javorcic: Gazo al posto di Bertoni
43’- Occasione Pro! Ghioldi ha una doppia clamorosa occasione partendo dall’out di sinistra ma il primo tiro – sfiorato da Zaro – viene salvato sulla linea e sulla ribattuta non centra il bersaglio
45’ – Il tiro da fuori di Ferrari rischia di beffare Mangano
46’ – GOAL PIACENZA! Sul corner è Della Latta di testa a sbloccare il match nel recupero
47’ – L’ex Parma Porcari prende il posto di Marotta
49′ – Il match al “Garilli” termina sull’1-0. Sconfitta beffa per i tigrotti che avrebbero meritato di uscire dal campo con qualcosa di più degli applausi dei propri sostenitori.

TABELLINO
Piacenza-Pro Patria: 1-0 (0-0)
Marcatore: Della Latta al 46′ s.t.

PIACENZA CALCIO 1919 (3-5-2): 1 Fumagalli; 5 Bertoncini, 6 Silva, 4 Pergreffi; 23 Corsinelli, 18 Della Latta, 21 Marotta (46′ s.t. 17 Porcari), 20 Di Molfetta (32′ s.t. 33 Perez), 25 Barlocco; 7 Sestu (18′ s.t. 31 Terrani), 9 Ferrari (32′ s.t. 10 Corradi). A disposizione: 12 Verderio, 22 Calore, 2 Sylla, 3 Cauz, 19 Bachini. All. Franzini.
PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 12 Mangano; 4 Battistini, 19 Zaro, 18 Lombardoni; 20 Mora, 21 Colombo (7′ s.t. 16 Fietta), 14 Bertoni (39′ s.t. 13 Gazo), 24 Pedone (25′ s.t. 23 Ghioldi), 3 Galli; 10 Le Noci (7′ s.t. 11 Santana), 9 Gucci (1′ s.t. 17 Mastroianni). A disposizione: 1 Tornaghi, 2 Marcone, 5 Molnar, 7 Parker, 8 Disabato, 15 Boffelli, 27 Cottarelli. All. Javorcic.
ARBITRO: Daniel Amabile di Vicenza (Gaetano Massara della Sezione di Reggio Calabria e Roberto Terenzio della Sezione di Cosenza).
Ammoniti: Battistini (PP);
Note: Terreno di gioco in discrete condizioni. Spettatori 2185 (50 da Busto).

I RISULTATI
Alessandria-Arzachena 0-1, Cuneo-Pro Piacenza 20-0, Novara-Pistoiese 1-1, Olbia-Carrarese 3-1, Pisa-Gozzano 2-0, Pontedera-Pro Vercelli 0-2, Robur Siena-Juventus Under 23 3-2, Lucchese-Virtus Entella 1-1, Piacenza-Pro Patria 1-0.

LA CLASSIFICA
49 Pro Vercelli***, Piacenza*; 46 Arezzo; 44 Robur Siena**; 43 Carrarese, Virtus Entella*******; 40 Pro Patria; 39 Pisa**; 36 Pontedera; 35 Novara*; 29 Juventus U23, Cuneo; 27 Gozzano*; 24 Olbia **; 23 Alessandria**; 22 Albissola, Pistoiese***; 21 Lucchese**; 21 Arzachena*; 8 Pro Piacenza*.
(* gare in meno; penalizzazioni: Lucchese -8, Pro Piacenza -8, Cuneo -7, Arzachena -1)

I PROSSIMI TURNI DEI TIGROTTI
Domenica 24 febbraio: Pro Patria-Albissola (ore 14.30)
Sabato 2 marzo: Pontedera-Pro Patria (ore 18.30)
Sabato 9 marzo: Arzachena-Pro Patria (ore 14.30)
Sabato 16 marzo: Pro Patria-Pro Piacenza rinviata
Sabato 23 marzo: Lucchese-Pro Patria (ore 18.30)
Sabato 30 marzo: Pro Patria-Arezzo (ore 14.30)

Copyright @2019