PAURA IN UN NEGOZIO DI FAGNANO OLONA
Picchia la sorella e minaccia di darle fuoco

Un 50enne di Busto ha litigato con la sorella a causa dell’eredità. Dopo averla malmenata, ha cosparso di benzina i suoi indumenti e il negozio. Fondamentale l’intervento dei Carabinieri

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

I Carabinieri della stazione di Cassano Magnago e del Nucleo Operativo E Radiomobile hanno arrestato un impiegato 50enne di Busto Arsizio per tentato omicidio, tentato incendio doloso, lesioni personali e  porto ingiustificato di armi od oggetti atti ad offendere.
L’uomo, recatosi nel negozio di tessuti di Fagnano Olona di proprietà della sorella 45enne, al termine di una lite scoppiata per via dell’eredità, dapprima ha colpito la donna con calci e pugni e successivamente, nonostante l’intervento di altre persone accorse per via delle urla, ha cosparso con liquido infiammabile gli indumenti della sorella e il pavimento del negozio, minacciando di appiccare il fuoco con un accendino.

Solamente l’intervento dei Carabinieri, sopraggiunti dopo pochi minuti, ha permesso di bloccare il 50enne prima che questo potesse portare a termine il proprio intento.
La donna è stata portata al pronto soccorso dell’ospedale di Tradate, da cui è stata poi dimessa con prognosi di cinque giorni per le “ferite lacero contuse al volto e agli arti inferiori” inferte dal fratello durante il litigio.

La perquisizione dell’uomo e della sua auto ha permesso di rinvenire la tanica utilizzata per cospargere di benzina la donna e l’ambiente, due accendini nelle tasche dei pantaloni, un coltello dalla lama di dieci centimetri.
Arrestato, al termine delle formalità di rito è stato condotto alla casa circondariale di Busto Arsizio.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA