Arrestato 38enne di Gorla Minore
Picchia l’amico della sua conoscente, poi riempie le auto di spazzatura

Litiga, picchia il compagno della sua “conoscente” e distrugge quattro auto parcheggiate in strada. Un 38enne di Gorla Minore è stato arrestato, venerdì sera a Busto Arsizio, dagli operatori della Polizia di Stato del Commissariato cittadino. Il soggetto ha messo in scena una collera furibonda

Polizia Gallarate

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Litiga, picchia il compagno della sua “conoscente” e distrugge quattro auto parcheggiate in strada. Un 38enne di Gorla Minore è stato arrestato, venerdì sera a Busto Arsizio, dagli operatori della Polizia di Stato del Commissariato cittadino. Questi i fatti, raccontati nella nota della Polizia.

Avrebbe potuto essere un normale venerdì sera e invece due uomini ed una giovane donna si sono incontrati sotto casa di lei, per chiarire i propri rapporti, ma le cose sono degenerate.

La ragazza ed il suo accompagnatore stavano rientrando dopo una serata in un locale, ma ad aspettarli c’era un “conoscente” della giovane che appena l’accompagnatore è sceso dall’auto gli ha sferrato un colpo in testa con una bottiglia di vetro, ferendolo. Da lì ha avuto inizio una colluttazione tra i due, dalla quale entrambi sono usciti con diversi segni sul corpo. In ospedale, tuttavia, il gorlese ha rifiutato le cure ed ha lasciato la struttura.

Questi non è però tornato a casa. Al contrario, ha fatto ritorno nei pressi dell’abitazione della donna e ha iniziato a distruggere le auto di lei e del compagno, per poi sfogarsi su un’altra vettura parcheggiata vicino. Inoltre, non contento di aver rotto finestrini e parabrezza, ha rovesciato dentro l’abitacolo delle auto dei due tutto il contenuto del cassonetto condominiale dell’umido e si è accanito anche sulla cassetta della posta del condominio.

La Volante del Commissariato, allertata da un vicino attraverso una chiamata alla centrale operativa, è prontamente intervenuta sulla scena del crimine e ha colto il reo nell’atto di danneggiare ulteriormente le vetture con una rastrelliera per biciclette. L’uomo, non pago, ha ben pensato di concludere la nottata lanciando la rastrelliera contro gli agenti e poi sul “tettuccio panoramico” di una delle automobili in sosta, mandandolo in frantumi.

Ricostruita in brevissimo tempo la vicenda, il trentottenne è stato arrestato in flagranza per danneggiamento aggravato continuato e resistenza a Pubblico Ufficiale. Inoltre, è stato segnalato amministrativamente per possesso di una dose di hashish.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA