L’ex compagno non potrà più avvicinarsi alla donna
Picchiava e tormentava la convivente, scatta l’ordinanza coercitiva

L’Ufficio Anticrimine del Commissariato di Polizia di Gallarate ha disposto per l’aggressore, ritenuto responsabile di maltrattamenti e lesioni, il divieto di avvicinamento al domicilio ed al luogo di lavoro della donna. L’Ordinanza Coercitiva è stata disposta dal Gip del Tribunale di Busto, dopo l’indagine della Procura

GALLARATE

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Picchiava e tormentava la sua convivente. L’Ufficio Anticrimine del Commissariato di Polizia di Gallarate ha disposto per l’aggressore, ritenuto responsabile di maltrattamenti e lesioni, il divieto di avvicinamento al domicilio ed al luogo di lavoro della donna. L’Ordinanza Coercitiva è stata disposta dal Gip del Tribunale di Busto Arsizio, Nicoletta Guerrero.

Le indagini hanno avuto inizio a metà gennaio quando una Volante del Commissariato di Gallarate è intervenuta in un appartamento del centro cittadino per una lite in famiglia. A seguito di tale intervento, avvenuto durante la notte, la vittima ha sporto denuncia per i maltrattamenti subiti nel corso del tempo ed ha prodotto anche il referto medico per le lesioni subite la notte in cui ha richiesto l’intervento degli agenti. A seguito di tali fatti, ed al termine di articolate indagini, il Sostituto Procuratore di Busto Arsizio, Rosaria Stagnaro, ha chiesto ed ottenuto a carico dell’ex convivente la misura coercitiva dell’obbligo di non avvicinarsi al domicilio ed al luogo di lavoro della vittima, imponendogli altresì una distanza di almeno 500 metri.

Copyright @2018