SERIE C - 17^GIORNATA
Pisa-Pro Patria: 0-2. Tigrotti da leggenda nell’Arena

Santana su rigore al 28' e Mora al 47' firmano l'impresa bustocca all'Arena Garibaldi, con Javorcic che dedica la vittoria a Giovanni Garavaglia. I tigrotti, il 26 dicembre (ore 14.30) allo Speroni, affrontano il Cuneo

GIOGARA

Mattia Brazzelli Lualdi

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

In una domenica caratterizzata dalla triste scomparsa di Giovanni Garavaglia, la Pro Patria sfata il tabù Arena Garibaldi (un solo pareggio e nove sconfitte nei dieci precedenti), infliggendo il primo ko interno al Pisa, trafitto dal rigore di Santana e dall’eurogol di Mora.

Nel primo tempo, con il giovane Ghioldi titolare, i tigrotti approcciano la gara con grande personalità, gestendo bene la palla e trovando il gol del vantaggio al 28′, quando Santana festeggia il suo 37esimo compleanno trasformando con un tiro angolatissimo il rigore assegnato per un tocco di mano in area di Zammarini (su colpo di testa di Battistini). Il Pisa prova a reagire, ma deve dire soprattutto grazie all’arbitro Cascone di Nocera Inferiore che “casca” in un errore grossolano, graziando Buschiazzo da un cartellino rosso per un fallaccio volontario e a gamba alta su Mora.
All’intervallo sullo 0-1, con i toscani in parità numerica anziché in inferiorità, i bustocchi raddoppiano al 47′ con un autentico eurogol di Mora che, dopo essersi bevuto con un sombrero proprio Buschiazzo, sigla la rete del raddoppio. I pisani accusano il colpo ed i bustocchi, seguiti in Toscana da una settantina di tifosissimi, portano in porto l’impresa, gestendo magistralmente il doppio vantaggio e andando a festeggiare al triplice fischio finale sotto la curva per una vittoria che mister Javorcic in sala stampa dedicherà a nome di squadra e società a Giovanni Garavaglia

Per i tigrotti, di scena il 26 dicembre (ore 14.30) allo “Speroni” per il boxing day contro il Cuneo, è il settimo risultato utile consecutivo. Tanta roba…

PRIMO TEMPO
Per provare a sfatare il tabù Arena (un solo pareggio e ben nove sconfitte nei dieci precedenti a Pisa), mister Javorcic si affida a Tornaghi fra i pali, confermando Ghioldi titolare in un centrocampo contraddistinto dal tandem Bertoni-Fietta; in attacco spazio a Santana (auguri) e Mastroianni. Pro (in in maglia verde) in lutto per la scomparsa del fotografo Giovanni Garavaglia 

00′ – Calcio d’inizio sotto una temperatura tutt’altro che invernale
Nella curva ospiti si vedono (e si sentono) i tifosi biancoblù

10′ – Ritmi finora bassi all’Arena, con la Pro in controllo
Il primo gol della domenica è dell’Arezzo nella nebbia di Vercelli, casa del Gozzano

15′ – Le occasioni latitano, ma i tigrotti stanno tenendo bene il campo
Al quarto d’ora neanche un tiro in porta

19′ – Fallaccio di Masi (pressato da Mastroianni) su Santana: giallo sacrosanto

20′ – Mora dalla lunghissima distanza: palla di poco alta sopra la traversa

27′ – Rigore per la Pro: sul tocco di testa di Battistini, Zammarini tocca col braccio

28′ GOL PRO PATRIADal dischetto Santana firma lo 0-1, con la palla che scheggia anche il palo interno
Mario festeggia così alla grande il suo 37esimo compleanno

31′ – Primo giallo per la Pro: sventolato a Bertoni

35 – Il Pisa prova a reagire, ma la difesa della Pro fa buona guardia

38′ – Fallaccio bruttissimo e volontario di Buschiazzo su Mora: è solo giallo
Episodio da cartellino rosso: la Pro avrebbe giocato più di un tempo in superiorità

41′ – Manata in faccia di Marconi su Sanè che resta a terra
Altro episodio dubbio: poteva starci almeno il giallo

48′ – Ci prova Ghioldi: palla insidiosa bloccata da Gori

49′ – Dopo quattro dei tre minuti di recupero, squadre all’intervallo sullo 0-1: un risultato che premia la prova di personalità della Pro Patria, brava nell’interpretazione della gara e brava a sfruttare l’episodio del rigore, trasformato da Santana nel giorno del suo 37esimo compleanno. Il Pisa deve dire grazie all’arbitro Cascone che ha letteralmente graziato Buschiazzo da un cartellino rosso che avrebbe lasciato la Pro a gestire il risulato con un uomo in più per tutta la ripresa

SECONDO TEMPO
Un cambio per Javorcic: dentro Galli per Sanè. Stessi undici per D’Angelo

00′ – Ripartiti

02′ GOL PRO PATRIAMora si beve Buschiazzo con un sombrero e poi trova l’angolino: 0-2
Che eurogol!!! Applausi sportivi anche del pubblico dell’Arena

10′ – D’Angelo prova a dare una scossa ai suoi con tre cambi

17′ – Fuori Ghioldi per Pedone: Javorcic da più peso al centrocampo

20′ – Bella uscita in presa alta di Tornaghi

23′ – Pro in contropiede: Birindelli anticipa il possibile tap-in vincente di Mastroianni

27′ – Altri due cambi per Javorcic: dentro Gucci e Gazo per Mastroianni e Bertoni

28′ – Sinistro di Moscardelli: Tornaghi è attento

35′ – Masucci di testa, palla di poco fuori.
Intanto Tornaghi viene invitato a non perdere tempo

40′ – E’ il momento di Lombardoni: al suo posto Santana
L’argentino beccato dal pubblico per un’esultanza mal compresa dopo il vantaggio

42′ – Galli in contropiede viene fermato da Marin: ci poteva anche stare il fallo da ultimo uomo

44′ – Giallo a Tornaghi per perdita di tempo

46′ – Giallo anche per Boffelli: ma il traguardo è vicino

49′ – Dopo 4 di recupero, ecco il triplice fischio finale: la Pro espugna per la prima volta nella sua storia l’Arena Garibadi di Pisa, al termine di una partita praticamente perfetta, decisa dal rigore di Santana nel primo tempo e  dall’eurogol di Mora in avvio di ripresa.

IL TABELLINO
Pisa-Pro Patria: 0-2 (0-1)
Marcatori: Santana su rigore al 28’pt, Mora al 2’st
PISA (3-5-2): 1 Gori; 4 Buschiazzo (8′ s.t. 2 Birindelli), 6 Masi, 13 Meroni; 5 Zammarini (8′ s.t. 11 Cuppone), 30 De Vitis, 27 Gucher (17′ s.t. 14 Marin), 10 Di Quinzio, 23 Lisi; 31 Marconi (8′ s.t. 26 Masucci), 9 Moscardelli. A disposizione: 12 D’Egidio, 22 Cardelli, 3 Brignani, 7 Cernigoi, 24 Maffei. Allenatore: D’Angelo.
PRO PATRIA (3-5-2): 1 Tornaghi; 4 Battistini, 19 Zaro, 15 Boffelli; 20 Mora, 16 Fietta, 14 Bertoni (28′ s.t. 13 Gazo), 23 Ghioldi (18′ s.t. 24 Pedone), 25 Sane (1′ s.t. 3 Galli); 11 Santana (40′ s.t. 18 Lombardoni), 17 Mastroianni (28′ s.t. 9 Gucci). A disposizione: 12 Mangano, 2 Marcone, 5 Molnar, 8 Disabato, 10 Le Noci. All. Javorcic.
ARBITRO: Mario Cascone della Sezione di Nocera Inferiore (Alessandro Ritondale della Sezione de L’Aquila e Michele Pizzi della Sezione di Termoli).
NOTE – Giornata mite. Terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 5447.  Angoli: 9–5.Recupero: 3′ p.t., 4′ st –  Ammoniti: Masi, Buschiazzo, Lisi, Marin (PI); Bertoni, Tornaghi, Boffelli (PP).

I RISULTATI
Sabato 22 dicembre
ore 20.45: Robur Siena-Novara: 1-1
Domenica 23 dicembre
ore 14.30: Alessandria-Pontedera: 1-1, Olbia-Piacenza: 0-1, Pisa-Pro Patria: 0-2, Cuneo-Carrarese: 2-0, Gozzano-Arezzo: 0-1, Pistoiese-Arzachena: 2-0, Pro Piacenza-Pro Vercelli: non disputata
ore 18.30: Lucchese-Albissola: 1-1, Virtus Entella-Juventus U23: 1-0

LA CLASSIFICA
36 Piacenza; 31 Carrarese; 30 Arezzo; 29 Pro Vercelli; 28 Pisa; 27 Pontedera; 26 Virtus Entella; 25 Siena; 24 Pro Patria; 22 Novara e Cuneo*; 18 Gozzano, Juventus Under 23; 17 Alessandria; 16 Albissola; 15 Pro Piacenza*; 14 Arzachena, Pistoiese e Olbia; 13 Lucchese*.
(*penalizzazioni: Lucchese -8, Cuneo -3, Arzachena -1 e Pro Piacenza -1)

I PROSSIMI TURNI DEI TIGROTTI
Mercoledì 26 dicembre: Pro Patria-Cuneo (ore 14.30)
Domenica 30 dicembre: Pistoiese-Pro Patria (ore 14.30)

Copyright @2018