2° Efficiency Day di UNIVA alla LIUC
Più luce uguale a più benessere, più efficienza e più consumi

Secondo Efficiency Day organizzato dall’Unione degli Industriali della provincia di Varese, attraverso la propria società di servizi SPI-POWER (divisione energia) e in stretta collaborazione con la Business School della Liuc

Luciano Landoni

CASTELLANZA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ѐ proprio il caso di dirlo: m’illumino d’immenso (copyright Giuseppe Ungaretti). Dalla poesia alle attività produttive di tutti i giorni. Ambienti meglio illuminati, anzi, intelligentemente illuminati significano risparmio energetico e maggior “benessere lavorativo” (meno infortuni sul lavoro), nonché incentivazione agli acquisti (uno showroom di un’impresa del tessile-abbigliamento o il reparto di un supermercato luminosi e scintillanti invogliano chi vi si trova a comperare). Insomma, più luce è uguale a più efficienza energetica e a più voglia di lavorare e di consumare.

Conclusioni solo in apparenza banali oppure scontate e nella realtà di tutti i giorni lavorativi e produttivi, invece, alla base di precise e lungimiranti strategie di gestione aziendale. Ѐ questo, in sintesi estrema, il succo del Secondo Efficiency Day organizzato dall’Unione degli Industriali della provincia di Varese, attraverso la propria società di servizi SPI-POWER (divisione energia) e in stretta collaborazione con la Business School della LIUC-Università Cattaneo, Phililps Lighting, E.On, Energyman.

Il momento cruciale del 2° Efficiency Day è stata la presentazione, nell’auditorium dell’ateneo di Castellanza, della ricerca intitolata “Il valore aggiunto nell’adozione di sistemi di illuminazione avanzati. Un’indagine nel tessuto industriale della provincia di Varese” a cura della Business School della LIUC.

Dopo i saluti introduttivi del direttore di UNIVA Vittorio Gandini e del professor Raffaele Secchi responsabile della Business School, il ricercatore Emanuele Pizzurno ha illustrato nel dettaglio i contenuti della ricerca stessa. Sono stati distribuiti 1.500 questionari alle imprese della provincia di Varese e c’è stato un “ritorno” effettivo di 101; la maggior parte delle risposte è arrivata da aziende piccole (da 10 a 50 dipendenti), il 33% da aziende medie (fra 50 e 250 dipendenti) e il 5% da grandi imprese (oltre 250 dipendenti). I settori maggiormente coinvolti appartengono al comparto meccanico, seguono le aree gomma/plastica e tessile/abbigliamento.

La “consapevolezza energetica” è estremamente elevata (94%), l’illuminazione LED è piuttosto conosciuta e l’ambito più gettonato in assoluto in rapporto ai benefici derivanti dall’utilizzo delle nuove tecnologie dell’illuminazione è quello del risparmio energetico. In sostanza, c’è un ampio spazio di ulteriore miglioramento gestionale legato agli altri aspetti non meno importanti della “vita d’impresa”: dal benessere degli operatori all’incremento delle “ragioni motivazionali” connesse all’impiego delle tecnologie più complesse (Led Chip On Board). Quest’ultimo punto è stato approfondito da Alberto Paglialonga responsabile marketing di Philips Lighting (che ha finanziato la ricerca).

Copyright @2017