SARTORATO: "PRESTO SI DOVRÀ AFFRONTARE LA QUESTIONE DEL SETTORE EDUCATIVO"
Polizza e non solo, il plauso di Adl: “L’amministrazione sta gestendo bene l’emergenza”

"Ci additano come 'rivoluzionari' - osserva Sartorato - ma se qualcuno prende decisioni giuste lo sottolineiamo, soprattutto in un momento come questo"

Riccardo Canetta

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

“Ci congratuliamo con il sindaco per la scelta di assicurare i dipendenti comunali contro il coronavirus. Non tutti lo fanno. In un momento così brutto ha dimostrato di tenere ai lavoratori”. A dirlo, a nome di Adl e dei delegati Rsu del sindacato, è Fausto Sartorato.
La sigla è nota come la più… combattiva tra le sigle che si ritrovano a trattare con i dirigenti di Palazzo Gilardoni.

“Ci additano come ‘rivoluzionari’ – osserva Sartorato – ma se qualcuno prende decisioni giuste lo sottolineiamo, soprattutto in un momento come questo. Le scelte fatte in Comune sono in linea con le richieste che avevamo indicato in una lettera protocollata nei giorni scorsi. Mi hanno detto che gli uffici sono stati sanificati e alcuni colleghi hanno iniziato a lavorare in smart working. La polizza è un altro elemento importante, sperando ovviamente che nessuno debba farvi ricorso”.

Insomma, per Adl “finora l’amministrazione si è mossa bene“. Certo, un’emergenza di queste proporzioni comporta una serie di problemi. Un caso particolare è quello del settore educativo: “Nidi e materne, come tutte le scuole, sono chiuse ormai da tempo per ordine del governo – spiega Sartorato -. È giusto, come sta avvenendo, che le educatrici usino le ferie arretrate, ma poi che cosa accadrà? Mi auguro che anche in questo caso possa prevalere il buon senso e l’amministrazione continui a muoversi bene”.

Copyright @2020